DOMANDA

Nel libro "Delitto e castigo" di Dostoevskij, nella versione a cura di Serena Prina, compare alla pagina 12 una forma riflessiva che mi ha incuriosito: "Si confuse e tacque". Analizzando il contesto, credo non si possa attribuire al verbo "confondersi" il normale significato. Vi chiedo quale significato sia attribuibile.

RISPOSTA

Rispondere a questa domanda non è semplice per due motivi: 1) non abbiamo sotto mano la traduzione del romanzo curata da Serena Prina; 2) non sappiamo quale sia, secondo chi ci ha scritto, il “normale significato” del verbo confondersi.

 

In tal senso, la prima parte della risposta suonerà come un modesto e breve suggerimento agli utenti che ci onorano della loro attenzione: cercate di essere chiari ed esaurienti nelle domande. Prive di contesto, certe questioni risultano poco decifrabili e restano appese per aria. La lingua non è cavia da laboratorio, bensì organismo vivo: ricollocare una parola, un sintagma, una locuzione, una porzione di frase innanzi tutto all’interno di un testo o brano dotati di autonomia semantica è presupposto fondamentale per capire di che cosa stiamo parlando o intendiamo parlare. Utilissimi sono poi indicazioni solo apparentemente marginali come, per esempio, “a scuola ho sentito certi miei compagni dire…”; “nell’ufficio di commercialista in cui lavoro…”, “qui a Pavia, parlando tra amici, diciamo…”.

 

Se l’accezione di confondersi cui ci si riferisce è la seguente, «4b. Imbrogliarsi nel discorso, perdere il filo: a un tratto si è confuso e ha stentato a riprendersi» (Vocabolario Treccani.it, s. v. confondere), a occhio e croce potrebbe non essere improponibile pensarla come calzante per il personaggio dostoevskiano.

UN LIBRO

Sbagliando s’inventa. Le parole della vita

Loricangi

Loricangi, pseudonimo di Loredana Cangini, talentuosa illustratrice e autrice di libri per l’infanzia, propone per l’elegante casa editrice Artebambini di Bazzano Sbagliando s’inventa. Le parole della vita. Si tratta del secondo capitolo di un filone creativo, inaugurato dalla stessa autrice nel 2015 con la matematica

0
0