DOMANDA

Ho trovato in francese la forma verbale chiper (https://fr.wiktionary.org/wiki/chiper) per derubare, forma che sembra risalire all'antico francese chipe. Mi domandavo se questa forma potesse avere qualcosa a che fare con il termine italiano scippare

RISPOSTA

Allo stato attuale delle conoscenze, è da escludere una parentela tra le voci francese e italiana. Vi è senz’altro un’ammaliante somiglianza di suoni, ma ciò non basta a giustificare un nesso etimologico, una parentela originaria o un prestito successivo.

 

Possiamo dire che il verbo scippare presuppone una forma latina (non attestata nello scritto, ma ipotizzata con persuasive ragioni) *excippare ‘trarre una pianta dal ceppo'. I dialetti italoromanzi di area meridionale hanno ripreso tale base lessicale latina. Non è un caso che le prime documentazioni letterarie scritte di scippare in lingua italiana, nell’accezione di 'strappare, portare via con violenza', rimontino a un testo in napoletano, il volgarizzamento trecentesco del Libro de desctructione de Troya di Guido delle Colonne, che fu poeta di scuola siciliana e giudice a Messina (si veda alla voce scippare nel Grande dizionario della lingua italiana di Salvatore Battaglia, Utet). Il significato più recente di 'derubare, strappando di dosso a una persona un oggetto' si è sviluppato a partire da quello originario.

 

UN LIBRO

Sbagliando s’inventa. Le parole della vita

Loricangi

Loricangi, pseudonimo di Loredana Cangini, talentuosa illustratrice e autrice di libri per l’infanzia, propone per l’elegante casa editrice Artebambini di Bazzano Sbagliando s’inventa. Le parole della vita. Si tratta del secondo capitolo di un filone creativo, inaugurato dalla stessa autrice nel 2015 con la matematica

0
0