DOMANDA

Mi è capitato di sentire la parola "Urfido" in un discorso da strada e l'ho catalogato subito come corretto e "termine italiano" usato in senso dispregiativo. Ho naturalmente e immediatamente fatto una ricerca sul Vostro sito ma senza trovare risposta. È quindi l'invenzione di qualche buontempone che si diverte a inventare vocaboli (l'attore Lastrico è un maestro in questo....sorrido sempre al ricordo in uno suo spettacolo usò per indicare una maniglia "Jurichechica maniglia"....). Vorrei quindi sapere, con un SI oppure con un NO, se questo termine URFIDO si può usare correttamente nella lingua italiana.

RISPOSTA

Intanto consigliamo a tutti di scrivere sempre con l’accento (avverbio, per rispondere affermativamente): è più importante questo che l’esistenza di urfido. La risposta al quesito è no. Il vocabolo, con accezioni però non omogenee, circola in Internet ed è registrato, per esempio, qui, nel Parolaio, nel significato di ‘persona abietta, laida, viscida’. In altri forum si dice di aver sentito la parola in Piemonte. Maurizio Lastrico è un comico genovese di una certa notorietà. Possibile che si tratti di una sua creazione, ripresa qua e là (forse più al Nord che altrove) da alcuni suoi estimatori.

 

Allo stato attuale delle cose, tutto ciò è un po’ poco per poter dire che urfido merita di essere censito in un dizionario (ora è assente in tutti i dizionari della lingua dell’uso). Meriterà di essere registrato quando l’uso massiccio e riconosciuto della parola ne farà un elemento indispensabile del lessico italiano. Si può nel frattempo usare? Nessuno lo vieta. Bisognerà prepararsi a spiegare con pazienza all’interlocutore eventualmente sbigottito che cosa significa la parola a parere di chi la dice.

 

 

UN LIBRO

Sbagliando s’inventa. Le parole della vita

Loricangi

Loricangi, pseudonimo di Loredana Cangini, talentuosa illustratrice e autrice di libri per l’infanzia, propone per l’elegante casa editrice Artebambini di Bazzano Sbagliando s’inventa. Le parole della vita. Si tratta del secondo capitolo di un filone creativo, inaugurato dalla stessa autrice nel 2015 con la matematica

0
0