Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Come si chiama il pallino rosso sulla fronte di alcune donne indiane?

RISPOSTA

Fabio Gnech

Si chiama tilaka o red bindi ('goccia rossa', per via della forma stilizzata). Nei tempi antichi, il "pallino rosso" era legato a pratiche religiose induiste, che ancor oggi in India vedono sia donne, sia uomini mettersi al centro della fronte il cerchietto preparato con polvere di curcuma rossa o ossido di zinco amalgamati con vaselina. Nel centro della fronte si localizzava, secondo il Tantra, un importante focus di energia.

La tradizione popolare ha in seguito esteso l'uso del tilaka, modificandone la funzione in senso profano: esso era (ed è ancora) usato dalle donne indiane per segnalare la propria condizione di spose (nel Nord del Paese) o è applicato sulla fronte di tutte le ragazze (nel Sud). Oggi, tra le donne più giovani, specialmente quelle che vivono all'estero, il tilaka sta diventando un elemento decorativo beneaugurante e come tale è di moda anche presso le donne non indiane. In questo caso, il tilaka artigianale è ormai un relitto: solo un ricordo curcuma e vaselina, perché ora viene utilizzato un autoadesivo rosso o di altri colori.

UN LIBRO

Il «Thesaurus pauperum» pisano. Edizione critica, commento linguistico e glossario

Giuseppe Zarra

Zarra offre un contributo importante per lo studio e la riscoperta di un settore a lungo trascurato dagli storici della lingua italiana, e relegato piuttosto all’interesse, di certo meritevole ma spesso poco attento agli aspetti filologici, dei soli storici della medicina

0
0