Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Qual è l’arco di tempo, nel corso di una giornata, durante il quale è corretto salutare con “buongiorno” e da quando decorre il periodo di tempo nel corso del quale è corretto salutare con il “buonasera”?

RISPOSTA

Buongiorno e buonasera sono i saluti caratteristici della prima e della seconda parte della giornata. Non è possibile definire nettamente il momento in cui si passa dall’uno e all’altro saluto. Dipende da abitudini individuali o regionali. In Toscana, per esempio – segnalano Patota e Della Valle nel loro Salvastile (Sperling & Kupfer) – «ci si saluta con il buonasera già dal primo pomeriggio, in Sardegna dopo aver consumato il primo pasto, quale che sia l’ora». Buongiorno e buonasera derivano ovviamente dalle locuzioni buon giorno e buona sera. Entrambe le formule di saluto sono attestate per la prima volta nell’italiano scritto trecentesco. Nell’italiano colloquiale esistono anche le forme ridotte giorno e sera.

 

UN LIBRO

Scugnizzo. Una storia italiana

Nicola De Blasi

Scugnizzo è davvero una storia italiana perché non è solamente la storia della parola ma – come deve essere – l’analisi storica di ciò che ruota attorno alla vita di quella parola, la descrizione del suo percorso (dalla prima attestazione, alla sua più ampia diffusione), l’indagine del tortuoso viaggio che ha dovuto compiere, delle geografie che l’hanno prodotta e che ha attraversato.