Seconda Repubblica: le voci dal crollo

 

«Parole che non durano niente, passano, proprio come i temporali», dice in questo Speciale il linguista Gian Luigi Beccaria, intervistato da Lorenzo Pregliasco, autore del libro Il crollo. Dizionario semiserio delle 101 parole che hanno fatto e disfatto la Seconda Repubblica. Nel Crollo, per capire meglio i tempi che viviamo, Pregliasco ha raccolto proprio un campione significativo di quelle parole, fatte frullare nell'etere dai media e dalla politica mediatizzata dai Novanta a oggi. Tre voci emblematiche tratte dal Crollo vengono poi analizzate da altrettanti studiosi: casta (Valentina Grassi, sociologa), milleproroghe (Giulio Vesperini, giurista), papi (Nicola Boccianti, psichiatra e psicoterapeuta).
0