Le Parole Valgono

Scopri tutte le liste #leparolevalgono

Torna alle liste
L'archivio dei contenuti social pubblicati nel 2019 dedicati alle "parole nuove" e relativi alla sezione "Neologismi" del Portale Treccani. La classifica, ordinata secondo il successo ottenuto sui social da ogni parola, si chiuderà a fine anno.

Ti mando un vocale
di dieci minuti
soltanto per dirti
quanto sono felice

La lingua italiana conosce da molto tempo "vocale" come sostantivo femminile e come aggettivo, ma la diffusione del sostantivo maschile "vocale" nel senso di "messaggio vocale" è una novità relativamente recente: se Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti avesse cantato "ti mando un vocale" qualche anno fa, non avremmo capito a cosa si riferiva.

Per i neologismi segnalati dalla redazione questa settimana, potete cliccare qui: bit.ly/TreccaniNeologismi

Le forze che occupano posizioni di grande visibilità possono sfruttare la cassa di risonanza mediatica per ingigantire problemi sociali, portarli in cima alla lista delle priorità politiche e presentarsi come gli unici in grado di risolverli; di fatto, traducendo la paura dell’elettorato in consenso. Il neologismo “fobocrazia”, formato dall’unione tra i termini greci ϕόβος (paura) e κράτος (potere), indica il “dominio della paura” o appunto il “potere che fa leva sulle paure più diffuse tra la popolazione”. A questo link trovate le definizioni del vocabolo e alcuni esempi d’uso tratti da testate d’informazione: bit.ly/FobocraziaTreccani

Qui si accelera: dieci anni fa, parlare dal vivo di cose successe su Facebook sembrava ridicolo; oggi sembrerebbe assurdo non farlo, tanto è diventato fitto l'intreccio tra le nostre vite online e quelle offline. Il concetto di "onlife" si riferisce proprio a questo, e potete trovarne una definizione qui: bit.ly/OnlifeTreccani

A questo link, invece, i neologismi segnalati questa settimana dalla redazione: bit.ly/TreccaniNeologismi

Neologismo della settimana 04/02/19 - 10/02/2019

Vi serve una parola sola per indicare l’azione di passare molto tempo davanti a un videogioco? Nel contesto giusto, si dice “nerdare”, traduzione dell’inglese “nerding”; traduzione apparentamente maccheronica, ma non deve stupire: “nerd” è per molti parte del lessico quotidiano.

Copiare e incollare sarebbero due azioni distinte, ma vanno tanto spesso a braccetto da meritare un verbo unico: “copincollare”. Viaggiano in tandem come pane e Nutella, come Rick e Morty, come Beyoncé e Jay-Z (è giusto, l’abbiamo copincollato). Probabilmente non avete dubbi sul modo corretto di usare il verbo, anche perché il copia-incolla è da ieri al centro dell’attualità politico-economica, ma se cercate la definizione precisa e alcuni esempi d’uso li trovate qui: bit.ly/CopincollareTreccani

Neologismo della settimana 28/01/18 - 03/02/2019

Un dronista non è un concorrente di Uomini e Donne molto raffreddato, ma colui o colei che per lavoro comanda droni a distanza. Ciò non toglie che possa partecipare al programma di Maria De Filippi o subire alterazioni della pronuncia a causa del naso chiuso.

Gli altri neologismi segnalati questa settimana dalla nostra redazione li trovate a questo link: bit.ly/TreccaniNeologismi.

"Lei è capace a friggere l'aria, mi scusi? Lei è capace a sfondare porte aperte?"

Le friggitrici ad aria compressa, in inglese "air fry", sembrano rendere letterale l'espressione idiomatica "aria fritta"; in realtà, non friggono l'aria ma il cibo – altrimenti sarebbe stato davvero difficile venderle – e a quanto pare conferiscono alle pietanze una consistenza croccante e una doratura simili a quelle che siamo abituati a ottenere immergendole in olio bollente.
Qui gli altri neologismi segnalati questa settimana dalla redazione:bit.ly/TreccaniNeologismi

Il contesto è ironico ma crediamo che il significato di “gleba-lizzazione” sia “impoverimento della popolazione mondiale e sua riduzione in uno stato equiparabile alla servitù della gleba”. Per fortuna, del neologismo si conosce l’autore: Massimo Gramellini, ci abbiamo preso?

Per saperne di più sulla servitù della gleba, potreste consultare il nostro “Dizionario di Storia”:bit.ly/GlebaTreccani

"Quello che ci preme osservare è che, anche questa volta, viene ad avere un'improvvisa notorietà una parola già in uso, sia pure sotterraneamente, nei testi italiani; e soprattutto che, anche qui non per la prima volta, nel linguaggio politico è stato inserito un anglismo, non del tutto trasparente per una buona parte degli elettori, e per giunta anche impreciso (per la presenza nella denominazione della componente della vendetta, che è assente dalla norma)."

Di "revenge porn", il cui corrispondente italiano è stato individuato in "porno-vendetta", si è molto parlato alcune settimane fa a causa dell'introduzione di un nuovo reato legato alla diffusione non consensuale di immagini o video sessualmente espliciti. Michele Cortelazzo riassume la storia delle due espressioni italiana e inglese e il dibattito che hanno suscitato, inquadrando l'anglismo in una tendenza più ampia del "politichese": bit.ly/PornoVendettaTreccani

0