Le Parole Valgono

Scopri tutte le liste #leparolevalgono

A

"Lei è capace a friggere l'aria, mi scusi? Lei è capace a sfondare porte aperte?"

Le friggitrici ad aria compressa, in inglese "air fry", sembrano rendere letterale l'espressione idiomatica "aria fritta"; in realtà, non friggono l'aria ma il cibo – altrimenti sarebbe stato davvero difficile venderle – e a quanto pare conferiscono alle pietanze una consistenza croccante e una doratura simili a quelle che siamo abituati a ottenere immergendole in olio bollente.
Qui gli altri neologismi segnalati questa settimana dalla redazione:bit.ly/TreccaniNeologismi

ànsia s. f. [dal lat. tardo anxia, der. di anxius «ansioso»]. – 1. Stato di agitazione, di forte apprensione, dovuto a timore, incertezza, attesa di qualcosa: esserestare in aper qualcunoper qualche cosaquando dopo tanto tempo l’a. ti lascia te ne accorgi benissimo: è come scendere dai tacchi a spillo, e infilare le pantofole (Valeria Parrella). Desiderio ardente e tormentoso: adi gloriaL’ad’un cor che indocile Servepensando al regno (Manzoni). 2. In medicina e psicologia, il particolare stato d’incertezza e di timore, che può riguardare specifici oggetti o eventi oppure non averne alcuno di riconoscibile, e che può essere accompagnato nei casi più gravi da disturbi vasomotorî e da penose sensazioni viscerali (costrizione toracica e laringea, ecc.). In psicanalisi, la reazione di allarme di fronte a un pericolo esterno (oggettivo) o interno (di origine pulsionale); in partic., come risposta dell’I0 agli aumenti di tensione istintuale o emotiva, si distingue un’aprimaria, che si accompagna al venir meno della capacità di controllo dell’I0 ed è, per es., presente negli incubi notturni, e un’asegnale, come meccanismo d’allarme che avverte l’Io di una grave minaccia al proprio equilibrio.

“Questa cosa degli aperitivi ci è sfuggita di mano”, chioseremmo, per fare più like possibili. A dirla tutta, quella del vescovo di Viterbo sembra invece una buona idea per far conoscere tra loro le persone e invitarle a coltivare un sentimento di comunità, con l'aiuto dello spritz.

Intanto, continua a crescere la comunità dei neologismi segnalati ogni settimana dalla nostra redazione: bit.ly/TreccaniNeologismi

🎤 Io sono un missile Ho sfiorato più di mille volte l'atmosfera Ed ora sono inutile

"Atmosfera" è un sostantivo femminile composto del greco "ἀτμός" (vapore) e -sfera. Indica l'involucro gassoso che circonda o sovrasta un corpo solido o fluido. Quando si parla di atmosfera terrestre si intende il miscuglio di gas che avvolge la Terra, detto comunemente aria nei suoi strati più bassi, nei quali è presente l’umidità e avvengono i fenomeni biologici e meteorologici. L'uso figurato di "atmosfera" è un calco del francese "atmosphère": definisce la condizione, il modo d’essere di un determinato ambiente, in relazione ai sentimenti o alle reazioni che può suscitare, ai rapporti umani, o sociali, o culturali che vi si stabiliscono tra individuo e individuo.

In "Io centro con i missili", Pop X usa "atmosfera" in senso letterale e racconta la storia di un missile che, dopo essersi spinto spesso a sfiorare l'atmosfera nel corso della sua esistenza, adesso si sente inutile e vicino alla fine, come confessa nel bridge ("Morirò/In mezzo a miliardi di stelle io starò/In un tempo infinito per sempre/Morirò"). Il senso della canzone, come ha dichiarato lo stesso Davide Panizza, è l'espressione di una sensazione di impotenza.

Sentiamoci tutti meno inutili (e meno missili) con la nostra playlist su Spotify: bit.ly/TreccaniPlaylist

🎤 Io sono un missile Ho sfiorato più di mille volte l'atmosfera Ed ora sono inutile

"Atmosfera" è un sostantivo femminile composto del greco "ἀτμός" (vapore) e -sfera. Indica l'involucro gassoso che circonda o sovrasta un corpo solido o fluido. Quando si parla di atmosfera terrestre si intende il miscuglio di gas che avvolge la Terra, detto comunemente aria nei suoi strati più bassi, nei quali è presente l’umidità e avvengono i fenomeni biologici e meteorologici. L'uso figurato di "atmosfera" è un calco del francese "atmosphère": definisce la condizione, il modo d’essere di un determinato ambiente, in relazione ai sentimenti o alle reazioni che può suscitare, ai rapporti umani, o sociali, o culturali che vi si stabiliscono tra individuo e individuo.

In "Io centro con i missili", Pop X usa "atmosfera" in senso letterale e racconta la storia di un missile che, dopo essersi spinto spesso a sfiorare l'atmosfera nel corso della sua esistenza, adesso si sente inutile e vicino alla fine, come confessa nel bridge ("Morirò/In mezzo a miliardi di stelle io starò/In un tempo infinito per sempre/Morirò"). Il senso della canzone, come ha dichiarato lo stesso Davide Panizza, è l'espressione di una sensazione di impotenza.

Sentiamoci tutti meno inutili (e meno missili) con la nostra playlist su Spotify: bit.ly/TreccaniPlaylist

B

Penserete che ascoltiamo solo la Dark Polo Gang, che “Trap Lovers” parli di noi e che ogni mattina ci presentiamo in ufficio con gli occhiali da sole a forma di cuore. Be’, siete fuori strada. La verità è che con la DPG abbiamo un accordo sottobanco: loro inventano parole, noi le inseriamo nel dizionario dei neologismi, e intanto lavoriamo a un disco insieme.

Scherzi a parte, “bibbi” è il neologismo che abbiamo scelto di illustrare questa settimana; le altre parole nuove individuate dalla nostra redazione le trovate qui: bit.ly/TreccaniNeologismi

 

[Immagine tratta dal video ufficiale Dark Polo Gang - Caramelle Feat. MARÏNA (Prod. by Sick Luke)]

Il biocapitalismo non è un mercato finanziario a chilometro zero. Pensate piuttosto alla piattaforma su cui ci troviamo. Il singolo utente, magari in un momento di ozio, scorre i post dei suoi amici e delle pagine che segue, approvandoli ogni tanto con un “mi piace”. Ciascuno di quei “mi piace” va ad arricchire delle enormi banche dati, grazie alle quali Facebook può raggruppare gli utenti sulla base dei loro interessi, mostrare a ciascun gruppo pubblicità mirate e vendere agli inserzionisti un servizio di profilazione del pubblico teoricamente molto accurato. Facebook e piattaforme simili dunque riescono a produrre valore non solo da ciò che fanno i loro dipendenti e collaboratori retribuiti, ma anche da azioni che gli utenti compiono nel tempo libero. È un esempio tra i più immediati di ciò che si intende per “biocapitalismo”, di cui trovate qui la definizione e alcune occorrenze: bit.ly/BiocapitalismoTreccani

Ai più curiosi, così come ai più confusi, consigliamo anche questo articolo di approfondimento che ricostruisce storia, etimologia e significato originario del concetto di biocapitalismo, introdotto in letteratura dieci anni fa dal sociologo Vanni Codeluppi: bit.ly/BiocapitalismoCodeluppi

 
0