Questo sito contribuisce all'audience di
25254

Formazione permanente (lifelong learning)

Giovanni Biondi
Che cos’è il lifelong learning di cui oggi sempre più spesso si sente parlare? Perché ci concerne tutti? Risponde Giovanni Biondi, Capo Dipartimento per la Programmazione, Ministero dell’Istruzione. La formazione permanente, o, col termine inglese, il lifelong learning, dovrebbe essere una realtà scontata poiché sembra ovvio che l’apprendimento si protragga lungo l’arco intero della vita.Tutti noi siamo consapevoli di continuare a imparare, giorno dopo giorno, e forse ne siamo anche orgogliosi. Già era così per i nostri padri e per i nostri nonni. Allora, che cos’è cambiato oggi? In realtà, più che riferirsi al fatale accumularsi di un bagaglio di esperienze, il termine lifelong learning riguarda la necessità imposta oggi dal mondo del lavoro di ritornare più volte nel corso della vita, per così dire, sui banchi di scuola. Si scalza così il pregiudizio che gli anni giovanili servano a imparare un mestiere che si continuerà a esercitare per tutta la vita. Naturalmente questo coinvolge il mondo del lavoro, l’atteggiamento del lavoratore e la programmazione del datore di lavoro. Ma c’è di più: cambia il carattere della scolarità dei più giovani, e cambia, in qualche modo, anche il rapporto tra padri e figli…
© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata
Vedi altri video della stessa sezione
2199
2780
2598
Ultimi Video