836

Echi impressionisti nelle sculture ritratto

Medardo Rosso (1858-1929), Paolo Troubetzkoy (1866-1938), Auguste Rodin (1840-1917) sono artisti, i primi due italiani, il terzo francese, noti anche per le sculture-ritratto eseguite tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, agli albori di un nuovo modo di carpire le immagini: la fotografia. Quale l’espressione del ritratto moderno, concentrato soprattutto su luce, senso della vita ed espressione dell’anima? Rosso risponde: “Ciò che è importante per me nell’arte è di far dimenticare la materia”; Troubetzkoy: “Quando studio e produco un essere vivente non è la cosa in sé che desidero rappresentare, ma la vita che vivifica e anima tutte le cose ugualmente”; Rodin: “Bisogna che tutti i tratti siano espressivi, ovvero utili alla rivelazione di una coscienza”.
© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata
Vedi altri video della stessa sezione
3676
8245
9217
Ultimi Video
I piu' visti
0