7592

Memling Rinascimento fiammingo

Claudio Strinati
Divenuto celebre giá in vita, verso la fine del Quattrocento il pittore tedesco Hans Memling (1435-1494) godette di maggiore popolaritá in Italia, soprattutto a Firenze e a Venezia, in quanto tra i suoi committenti, mercanti e bancheri, vi erano stati diversi italiani, che si erano stabiliti a Brugges, dove Memling ha vissuto per il resto della vita. Nella seconda metá del Quattrocento tra le tante attivitá inizió l’ascesa del monopolio italiano sull’allume di Tolfa, che contrastó quello turco, maggiore produttore e importatore fino ad allora. Questo minerale veniva utilizzato in casa, nell’attivitá conciaria, come mordente per la colorazione, nella farmacopea. Non stupisce quindi che Tommaso e Maria Portinari, che “desideravano comunicare uno status”, venissero ritratti da Memling (Federica Veratelli).Memling ha dipinto anche pale di altare, di piccole e grandi dimensioni, raffigurando la Vergine in trono col Bambino. Celeberrimo è il Trittico del Giudizio universale di Danzica.
© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata
Vedi altri video della stessa sezione
6376
1380
Ultimi Video
I piu' visti
0