4147

Alphonse Mucha

“La mia arte, se così la si può chiamare, si cristallizzò. Divenne di moda. Si diffuse nelle fabbriche e nelle botteghe con il nome di stile ‘Mucha’”. È lo stesso artista ceco, Alphonse Mucha (1860-1939), a definire la propria vena di pittore, scultore, fotografo, disegnatore. Nel 1904 negli Stati Uniti, dove si era recato per la prima volta, fu osannato dalla stampa come “il più grande artista decorativo del mondo”. In Europa era già noto, in quanto considerato figura di spicco dell'Art Nouveau, presente nell'Esposizione universale di Parigi del 1900. La popolarità crebbe con la realizzazione dei manifesti del teatro parigino “La Renaissance” di Sarah Bernhardt, attrice nel 1898 di La Città Morta di Gabriele D’Annunzio. Alessio Iacovoni è interprete e voce della storica dell’arte Tomoko Sato.
© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata
Vedi altri video della stessa sezione
5449
Ultimi Video
I piu' visti
0