Questo sito contribuisce all'audience di

Sicilia

6323

Viaggio in Sicilia

Fabio Fiorani
La presenza degli inglesi in Sicilia dal primo decennio dell’800 aumentò con la venuta di Ferdinando Borbone che, cacciato da Napoli dai napoleonici, si rifugiò nell’isola sotto la protezione della flotta e dell’esercito britannici. Tra loro spicca Spencer Joshua Alwyne Compton (1790-1851, tra le proprie cariche ricordiamo la presidenza della Royal Society), autore del tacquino Viaggio in Sicilia, dove con tratti e colori mostra i luoghi più suggestivi dell’isola, che in qualche modo lo avevano colpito. Mentre Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832) nel Viaggio in Italia aveva preferito dar corpo alle sensazioni con la penna, lord Compton invece utilizzò il disegno. L’Istituto Nazionale per la Grafica, competente a livello nazionale della tutela dell’opera d’arte su carta, disegni e stampe, realizzate con le tecniche di incisione, acqueforti e bulino, ha restaurato in modo magistrale l’opera di lord Compton e nella propria sede ha realizzato la mostra aperta dal 24 ottobre al 30 novembre 2013, poi a Palermo a Palazzo Poli dal 13 dicembre al 23 febbraio 2014.
© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata
Video della playlist
2862
3195
578
Ultimi Video