Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

A quarant'anni da Don Milani
a cura di Roberto Carnero

Nell’anniversario della scomparsa di don Lorenzo Milani e della pubblicazione di Lettera a una professoressa proponiamo un percorso sulla figura storica e culturale del priore di Barbiana, tentando di contestualizzarne l’opera e interrogandoci sull’attualità delle sue posizioni, delle sue idee e delle sue proposte.

Faraday e la diffusione della cultura scientifica
a cura di Andrea Turchi e Lisa Vagnozzi

Verso la fine del 18° secolo e soprattutto nella prima metà dell’Ottocento, con l’emergere di strati colti del ceto borghese, si verifica un progressivo avvicinamento alle conoscenze scientifiche, che determina un interesse e una curiosità crescenti per i progressi compiuti nelle diverse discipline: dalla chimica, alla botanica, alla fisica, alla medicina. Prendendo le mosse da un classico della divulgazione scientifica, la Storia chimica di una candela di Michael Faraday, presentiamo un percorso sulla diffusione della cultura scientifica nella società europea a partire dagli ultimi anni del Settecento.

Il viaggio
a cura di Sabina Felici

Il viaggio mitologico di Odisseo dall’opera di Omero alla rivisitazione del cinema fantascientifico di Kubrick; il viaggio temporale e geografico attraverso la classificazione e la raccolta di oggetti provenienti da ‘altri luoghi’. Il viaggio raccontato dagli occhi di illustri scrittori e viaggiatori. Il viaggio dell’architettura attraverso il nomadismo delle forme classiche e il viaggio dell’arte con i pittori del Vedutismo e gli intellettuali del Grand Tour. Uno spostamento che si realizza anche attraverso le scoperte geografiche e archeologiche o, come segno caratteristico della contemporaneità, attraverso il viaggio virtuale della Rete. Tanti modi di declinare il tema del ‘viaggiare’ che tocca la dimensione dello spazio e del tempo e anche quella della mente.

ACCA DUE O
a cura di Fiammetta Lozzi Gallo

L'acqua, all'origine della vita. Le caratteristiche chimiche e biologiche, ma anche la geografia dell'acqua, con la sua presenza (i grandi bacini idrici) e la sua assenza (le grandi aree desertiche). Come l'Uomo utilizza, distribuisce e sfrutta questa sostanza, che è risorsa e, nello stesso tempo, merce preziosa. Come l'acqua modifica a sua volta la struttura socio-politica di un territorio. E un percorso didattico per parlare di acqua a scuola.

Arabi scienza e filosofia

L’età dell’oro della scienza araba copre un arco di circa sei secoli (VII-XIII) ed è caratterizzata da un ricchissima e variegata produzione, che ha favorito il progredire delle conoscenze in numerosi campi, quali la matematica, l’astronomia, la chimica, la medicina. Ereditando una classificazione dei saperi tipicamente greca, gli Arabi concepiscono la stessa filosofia come una ‘scienza’: molti pensatori arabo-islamici sono anche scienziati. La filosofia arabo-islamica non ha soltanto il merito di aver mediato tra l’Occidente cristiano e la Grecia classica, garantendo la sopravvivenza di testi altrimenti destinati all’oblio, ma ha dato vita a riflessioni e concezioni di grande interesse e originalità. Il percorso che si propone ha come oggetto la riflessione filosofica e le scienze arabe nel loro momento di massima fioritura; prende le mosse da alcuni articoli tratti dal IV volume della Storia della Scienza Treccani (2002).

Archeologia

La parola «archeologia» può suscitare, in chi la ascolta, reazioni assai diverse. L’una, negativa, di fastidio per cose polverose, per questioni obsolete e inutili […]. L’altra, positiva, di romantico entusiasmo per un idoleggiato e sempre un po’ misterioso passato, al quale accostarsi con l’avventura della esplorazione. In realtà, sia una che l’altra di queste opposte reazioni è […] sbagliata. (Ranuccio Bianchi Bandinelli, Introduzione all’archeologia, Laterza, 1976, pag. XIII)

Prospettiva
a cura di Sabina Felici

Il concetto di spazio ha subito molti cambiamenti nel corso dei secoli, un cammino che ripercorriamo affrontando il tema di come lo spazio prospettico è stato trattato dall’antichità ai giorni d’oggi, ponendo l’attenzione sulle produzioni artistiche e letterarie, come anche sui fondamenti teorici e matematici.

UN LIBRO

CORSI ESTIVI