Ungaretti e Leopardi

Fin dalla svolta di Sentimento nel tempo, nella prima metà degli anni Venti, Ungaretti ha rivolto la sua attenzione di poeta e critico verso due grandi autori della nostra letteratura: Petrarca e Leopardi. Tra i temi analizzati, Leopardi innovatore della canzone petrarchesca, la concezione del tempo leopardiana e il legame con l’uso della lingua che, innovandosi, può opporsi al comune destino di morte.

RIFERIMENTI DIDATTICI

Tra la fine del 1942 e il 1947, Ungaretti tiene all’Università di Roma una serie di lezioni su Leopardi. Nella sua vita scrisse a numerosi saggi su Leopardi, tra cui spicca il Secondo discorso su Leopardi del 1943. Alcuni aspetti di queste lezioni, oltre a fornire una lettura affascinante dell’opera leopardiana, servono a illuminare molti aspetti della poetica del secondo Ungaretti.
Cfr. Giuseppe Ungaretti 2. Dopo la guerra

UN LIBRO

CORSI ESTIVI