La guerra in età moderna – L’Europa

Cambiano le tecniche belliche, la struttura degli eserciti, le armi. La guerra, perso ogni carattere di rivalità o di obbligo feudale, diventa un mezzo per difendere o accrescere il potere economico, militare e politico degli Stati.
Vedi anche: La guerra nel Medioevo e La guerra nel XX secolo

Ruprecht Heller, La battaglia di Pavia, 1525, dal sito http://stemmieimprese.it

RIFERIMENTI DIDATTICI

La lezione inquadra, a grandi linee, il tema della guerra in età moderna non dal punto di vista dei fatti, dei nomi o delle date degli avvenimenti militari, ma da quello della guerra come espressione della politica, della società, dell'economia e della cultura. Illustra in questa chiave le più significative trasformazioni che avvengono nei motivi e nei mezzi per aprire un conflitto armato, nonché alcune importanti conseguenze che ne derivano. Il risalto dato alle trasformazioni vuole contribuire a costruire una concettualizzazione più approfondita di ‘guerra’ e suggerire alcuni importanti elementi da considerare per l'osservazione della guerra e delle sue trasformazioni nel presente.
Numerosi sono gli approfondimenti possibili: analisi dei motivi, delle alleanze, dei mezzi, delle conseguenze di una particolare guerra; evoluzione della tecnologia nell'arte militare; la guerra di corsa e il commercio internazionale; le forze armate di Luigi XIV; la battaglia come nuovo genere pittorico. Inoltre, il tema può favorire l’analisi della relazione tra formazione degli eserciti permanenti e formazione dello Stato moderno e della relazione tra guerre, commercio, economia-mondo.

UN LIBRO

CORSI ESTIVI