Tecnologie dell'informazione

Le nuove tecnologie della informazione permettono un flusso di dati enorme in tempi brevissimi. Questo fatto quantitativo ha mutato anche qualitativamente lo stesso scenario della vita lavorativa e quotidiana, con la possibilità di ricevere e gestire da remoto in tempo reale complessi 'pacchetti' informativi (immagini, suoni, video). L'elaborazione rapidissima di una grande quantità di dati sta, per esempio, alla base di sistemi satellitari geostazionari come Galileo, che consentono la mappatura fine del territorio. L'accesso universale alle informazioni apre così la strada alla società della conoscenza, basata proprio sull'utilizzo ragionato ed organizzato dell'enorme archivio dati messo a disposizione dalla rete.

MATERIALI

'Dove sei?'. Tecnologie di localizzazione e nuovi diritti

'Dove sei?'. Nella vita di ogni giorno la domanda è frequente, quando la distanza tra i due interlocutori non consente un contatto diretto. Si fa per curiosità o, addirittura, senza motivo; un po' come chiedere "che tempo fa?".

Lavoro e lavoratori nella società della conoscenza

Verso la fine del secolo scorso, nel mercato del lavoro USA gli addetti in agricoltura sono ormai una ridottissima minoranza (0.4%), gli operai sono ancora un gruppo sociale importante (26.1%), i servizi mantengono la maggioranza relativa (43.4%), ma sono in diminuzione dal 1980, quando avevano raggiunto il loro massimo (46.2%).

Il progetto Galileo

Il progetto Galileo, realizzerà, in ambito europeo, il primo sistema globale di localizzazione e navigazione via satellite concepito per necessità civili. Galileo nasce per opera della Commissione europea nel 1999.

Galileo in breve

Nel Ventunesimo secolo la telefonia mobile, la televisione e Internet sono mezzi utilizzati da milioni di cittadini in Europa e nel mondo. Sono applicazioni che utilizzano largamente la tecnologia satellitare.

UN LIBRO

CORSI ESTIVI