Rivièra

Vocabolario on line

rivièra (poet. ant. rivèra) s. f. [dal fr. ant. riviere «terreno in pendio lungo un fiume» (che è il lat. tardo riparia, femm. dell’agg. riparius, der. di ripa «riva»)]. –

1.

a. Riva di fiumi, di laghi o di altre acque interne: le cose ti fier conte Quando noi fermerem li nostri passi Su la trista riviera d’Acheronte (Dante); r. bresciana, veronese, la riva orientale e quella occidentale del lago di Garda; uomo da bosco e da r., privo di scrupoli e capace di adattarsi a ogni circostanza, di cavarsela in ogni situazione; nell’uso ant., prendere r., approdare alla riva, e quindi, estens., prendere stanza in un luogo, anche in senso fig., come nei versi di G. Guinizzelli: Amore in gentil cor prende rivera Per so consimel loco Com’adamàs del ferro in la minera. In alcuni casi il termine serve a indicare non la riva soltanto, ma una più larga regione adiacente alla stessa; così in Romagna si dà questo nome alle regioni adiacenti agli argini dei corsi d’acqua.

b. Con riferimento al mare, tratto di costa, settore costiero, soprattutto come elemento di toponimi: R. Ligure (o semplicem. Riviera), le coste orientali (R. di Levante) e occidentali (R. di Ponente) della Liguria, lungo le quali si trovano località di villeggiatura: abbiamo passato l’estate in Riviera.

c. ant., poet. Contrada, luogo in genere: una di vostra schiera, La qual Mensola credo che chiamata Sia da voi per ciascuna rivïera (Boccaccio).

d. Nella toponomastica del Veneto orientale, si chiama Riviera la zona pedemontana prealpina, ben coltivata: Magnano in Riviera.

2.

a. letter., poet. Corso d’acqua, in genere largo e profondo, fiume: una donna che ne la riviera Di Senna era caduta (Ariosto).

b. In araldica, nome del fiume che scorre sotto un ponte.

3. Nello sport:

a. Nella categoria di estensione dei concorsi ippici, ostacolo artificiale costituito da un fosso ripieno d’acqua, preceduto da una o più siepi alte 50 cm.

b. Nelle piste per corse ciclistiche, settore dipinto in azzurro compreso tra il bordo e il prato interno, riservato ai corridori per pedalarvi quando non sono in gara in modo da non ostacolare lo svolgimento di una competizione in corso. È dello stesso materiale della pista e non costituisce in nessun caso terreno di gara.

4. R. di diamanti o di brillanti (calco del fr. collier de diamants), lungo collier in cui sono incastonati dei brillanti: vestiva una toilette gialla scollatissima ...: una superba r. di brillanti le scendeva dal collo sul seno (Palazzeschi).

Invia articolo Chiudi