10 luglio 2017

A Paolo Cognetti il Premio Strega 2017

Faceva caldo giovedì sera alla cerimonia di premiazione del Premio Strega, che finalmente è tornata nella splendida cornice del cortile del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, suo luogo di elezione, dopo una temporanea trasferta all’Auditorium Parco della Musica. Ad aggiudicarsi il premio quest’anno è stato lo scrittore Paolo Cognetti, grazie ai 208 voti che il suo libro Le otto montagne, edito dalla casa editrice Einaudi, si è assicurato dopo la seconda e ultima votazione.

La vittoria di Cognetti non è giunta come un fulmine a ciel sereno. Il libro infatti era già stato premiato come vincitore dello Strega giovani, alla presenza della presidente della Camera Laura Boldrini, e con lo Strega Off, la novità di quest’anno, svoltasi parallelamente al Giardino di Monk, che ha visto tra i giurati, riviste e blog letterari.

A seguire, a grande distanza si sono classificati Teresa Ciabatti con La più amata (Mondadori), 119 voti; Wanda Marasco con La compagnia delle anime finte (Neri Pozza), 87 voti;  Matteo Nucci, con È giusto obbedire alla notte (Ponte alle Grazie), 79 voti e Alberto Rollo con Un’educazione milanese (Manni), 52 voti.

Lo Strega è forse uno dei premi letterari più importanti del nostro Paese e, nonostante le critiche e lo scatenarsi degli appetiti commerciali da parte dell’industria editoriale che ogni anno rischiano di screditarlo, rimane un punto di riferimento nel panorama letterario italiano. Esso è il frutto non solo della ormai leggendaria collaborazione tra la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e la Strega Alberti Benevento, ma anche e soprattutto della passione dei lettori che ha caratterizzato fin dal 1944 la giuria di questo premio.

Dal 2010 la Fondazione Bellonci e Strega Alberti Benevento, che organizzano da ormai molti anni questa rassegna, hanno cercato di allargare la giuria per renderla sempre più legata al gusto dei lettori. Infatti, i 660 voti che decretano la vittoria di un libro dipendono in gran parte dal giudizio dei lettori aderenti agli Amici della domenica, dai 40 lettori forti, selezionati dalle librerie indipendenti italiane associate all’Associazione Librai Italiani (ALI) e dai 20 voti assegnati dalle biblioteche di Roma, dalle scuole e dalle università, oltre ai 200 voti, che solamente quest’anno sono stati aggiunti, espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 istituti italiani di cultura all’estero.

 


0