01 settembre 2014

Amazon-Twitch, a game of love

Negli ultimi anni il settore dell’intrattenimento videoludico ha subito un’accelerazione esponenziale: l’utilizzo di videogame è ormai pienamente assunto a fenomeno di massa, testimoniato da una sconfinata ed eterogenea community di gamers di ogni nazionalità, età e sesso. Basta osservare lo sfarzo economico e la celebrazione quasi hollywoodiana che accompagnano gli eventi di lancio delle console di nuova generazione per rendersi conto che il mercato dei videogiochi, per investimenti economici e maturità dai contenuti, non ha più nulla da invidiare ad altre e ben più blasonate produzioni. E in questo senso non stupisce più di tanto la notizia che Amazon con una mossa da 970 milioni di dollari abbia acquistato Twitch, piattaforma di streaming online che permette agli utenti di osservare le avventure digitali dei gamers connessi da ogni parte del mondo. Nata da appena tre anni, Twitch ha conosciuto la consacrazione definitiva soltanto durante i primi mesi del 2014, quando la piattaforma (che permette a chiunque di trasmettere in diretta live la propria partita) è stata integrata con i sistemi operativi di Xbox One e Playstation 4. Acquisizione che, allargando il bacino di utenza alle due console più appetibili sul mercato, ha fatto lievitare il numero di accessi fino a toccare cifre da record: 55 milioni di utenti soltanto nel mese di luglio, un volume di traffico in grado di tenere testa, negli Stati Uniti, alla concorrenza di mostri sacri come Google, Apple e la rivelazione Netflix. “Si tratta di un fenomeno globale attorno al quale Twitch ha costruito una piattaforma che riunisce insieme decine di milioni di persone che guardano miliardi di minuti di estratti video al mese”, afferma Jeff Bezos, CEO di Amazon. “Non vediamo l’ora di imparare dalla loro esperienza e di spingerci insieme ancora più in là, per offrire servizi sempre migliori alla comunità di videogiocatori.” Facilmente ipotizzabile la prossima integrazione di Twitch con il popolare servizio di e-commerce, operazione che metterà gli utenti nella condizione di acquistare praticamente ‘in diretta’ il videogioco al quale si sta assistendo. Una ‘corsia privilegiata’ che potrebbe determinare l’egemonia di Amazon sul mercato del futuro.