03 agosto 2016

Con il time-laps il tasso di gravidanza sale del 23%

Meseguer è lo sviluppatore dell'algoritmo che, incrociato con le osservazioni dedotte dalla tecnologia time-lapse, è in grado di aumentare il tasso di gravidanza fino al 20% rispetto agli incubatori tradizionali. Sono, infatti, più di novemila i bambini venuti alla luce con il supporto di questo tipo di tecnologia. “Time-Lapse Microscopy in In-Vitro Fertilization” (Microscopia Time-Lapse nella fecondazione in vitro) è il titolo di uno dei primi documenti che fornisce una descrizione dettagliata della tecnica di time-lapse EmbryoScope, un libro innovativo che esegue un'analisi approfondita del grado di sviluppo di questa tecnologia che sta rivoluzionando il campo della riproduzione assistita. “È il primo libro di embriologia a essere pubblicato in questo formato, con la possibilità di accesso online per la visualizzazione di video di embrioni in alta definizione”, ha affermato Marcos Meseguer, embriologo nella clinica IVI a Valencia e primo autore del libro. “Il nostro obiettivo è fornire una guida pratica e visiva per studenti e specialisti, con un livello sufficientemente elevato di dettaglio che fornisca le informazioni necessarie sullo sviluppo dell'embrione umano. Una sfida che abbiamo affrontato con entusiasmo fin dall'inizio, e che vi presentiamo per offrire nuove opportunità di apprendimento e continuare a fare progressi in questo campo".

Embryoscope è un'incubatrice avanzata che permette di osservare l'embrione minuto per minuto dal momento della fecondazione in vitro fino al transfer nell'utero materno. Questo “incubatore cinematografico” permette di identificare gli embrioni con maggiori possibilità di essere impiantati, riducendo il numero di quelli da trasferire senza diminuire le possibilità di gravidanza in un ciclo di riproduzione assistita. Sono ventimila i trattamenti di riproduzione assistita effettuati da IVI dal 2009 fino a oggi con un tasso di gravidanza pari a circa il 45-50% di essi. I risultati sono stati illuminanti: le pazienti incluse nel gruppo di analisi Time-Lapse hanno mostrato il 23% in più di possibilità di rimanere incinte, e il 36% in meno di probabilità di avere un aborto spontaneo rispetto al sistema di incubazione

IVI è stato il primo centro al mondo a ottenere una gravidanza con l'aiuto di un dispositivo Time-lapse, ed è ora il gruppo leader a livello mondiale per numero di trattamenti eseguiti con questa tecnologia, con più di diciottomila coppie che ne hanno beneficiato. EmbryoScope, Geri ed Eeva: alla ricerca dell'embrione con maggiori possibilità di sopravvivenza. Oltre a essere stato il primo a incorporare Embryoscope nei trattamenti, IVI è l'unico centro in tutto il mondo che si avvale anche dei due ultimi sistemi time-lapse sviluppati finora, ovvero Eeva e Geri. “Questi due sistemi incorporano nuove tecnologie che migliorano le condizioni di coltura degli embrioni e ottimizzano la selezione dell'embrione migliore per il paziente utilizzando un software potente che combina complesse analisi matematiche in tempo reale”, ha concluso Meseguer.

 


0