15 ottobre 2015

Glamda: a Roma una festa di creativi

Sabato 17 ottobre, al celebre Lanificio 159 di Roma, location underground e crossover, va in scena l’opening party di Glamda, marchio doc che sostiene e promuove i giovani creativi internazionali. Per l’occasione, niente meno che il progetto Fatuus: tre artisti che spaziano dalla fotografia al teatro, dalla video arte alla produzione musicale (Teatri Tra i Binari/Va Kuum/Gianni). Inutile dire che si respira aria di Art-on, Festival di Arte Pubblica alla sua prima edizione, un format itinerante ideato e organizzato dal Progetto Artistico Libertà per connettere arte, comunità e spazio urbano. “Tra i progetti proposti - spiegano i creativi di Glamda - uno in particolare ci ha colpito per l'equilibrata ed armoniosa collaborazione di discipline artistiche: Fatuus è un progetto di ricerca artistica che parte da immagini, suoni e azioni ambientate nel Chianti”.

In consolle un altro artista internazionale, Andrew Butler: produttore, dj e songrwriter newyorkese, è stato tra i fondatori del celeberrimo progetto “Hercules and Love Affair”, una delle band di punta della scena colta della dance internazionale. Butler ha pubblicato quest'anno il suo primo singolo, “You Can Shine”, che ospita la voce di Richard Kennedy: “Spero di aver creato qualcosa di nuovo - dice Butler - spesso la house music è ricca di soul, ma è molto raro ascoltare una grande voce influenzata dal gospel su suoni techno esplosivi”.

Non da meno Flavia Lazzarini, resident di Glamda: dj, remixer, producer, è una delle dj italiane più apprezzate della contemporaneità internazionale, anche per l’ostinato uso del vinile. Responsabile della rubrica musicale del sito ufficiale della Rai, e dj resident per la trasmissione televisiva Sex and the City, firma il progetto Glamda, serie di eventi dedicati specificamente al clubbing con la mission di promuovere e sostenere i giovani creativi internazionali sulla scia della sua etichetta indipendente Glamnight Records, oggi vero punto di riferimento online per artisti dj, producer, musicisti, compositori, vocalist e per chiunque sia impegnato a condividere il proprio progetto musicale indipendente, nell'ambito dell'elettronica, nu-indie e house.

Sabato sera, occhio, verranno stampati con un numero limitato di 1000 poster da collezionare: l’occasione è ottima per conoscere alcuni tra i più interessanti creativi internazionali tra illustratori, fotografi, street artists, tatuatori, pittori e designers. Buon divertimento!

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata