27 novembre 2017

La mappa dei luoghi letterari di Milano

La mappa è stata presentata in occasione di Bookcity Milano ed è ora online: il progetto, realizzato dall’associazione Quarto Paesaggio, si compone di oltre settecento citazioni letterarie geolocalizzate sui luoghi di Milano. Cercando una via si può scoprire la citazione legata a quel luogo cliccando sui libri colorati inseriti nella mappa. La ricerca può essere effettuata per autore, titolo dell’opera, indirizzo, parola chiave, oppure cliccando su un puntatore per visualizzare il corrispondente brano corredato da foto, nome dell’autore e titolo dell’opera.

Le citazioni sono state suddivise e raggruppate con un criterio cronologico: infatti, appena entrati nella mappa, troverete a sinistra la colonna menu e la possibilità di scegliere i luoghi della città descritti nella narrativa prima dell’Ottocento, nel corso dell’Ottocento, nella prima e seconda metà del Novecento, prima e seconda decade Duemila. Si può quindi viaggiare nel tempo per scoprire Milano nelle diverse epoche, i cambiamenti avvenuti nei luoghi e negli ambienti noti per qualche particolarità o attività che vi si svolgeva un tempo: i vari volti di Milano sono racchiusi nella mappa.

La trasmissione della memoria legata ai luoghi e agli avvenimenti della città è uno degli intenti di questo progetto, che sottende però un aspetto ancora più importante: formare una comunità consapevole delle proprie storia e identità e del proprio territorio attraverso la creazione di una comunità di lettori attenti e spinti a partecipare attivamente alla realizzazione della mappa letteraria. Ogni utente infatti può dare il suo contributo segnalando una citazione legata a Milano attraverso la pagina Facebook dell’associazione oppure inviando una mail.

L’idea è quella di associare i luoghi della città ai libri e poi viverli attraverso le citazioni: ogni lettore potrà andare nei luoghi e leggere ad alta voce il passo del testo che cita quel posto. Così sono nate tante iniziative basate su passeggiate, sentieri e percorsi letterari che rappresentano l’altro aspetto della mappa. Ogni utente può immaginare e trovare la sua personale interazione con questo strumento che porterà in ogni caso a generare maggiormente consapevolezza e cura del territorio cittadino in relazione alle trasformazioni in corso nel presente, ma anche a quelle future che determineranno quale città lasciare alle nuove generazioni.