20 gennaio 2016

La periferia di Roma raccontata dai fotografi

A Roma c’è altro oltre il centro. C’è un mondo che vive lontano dallo sfarzo e dal glamour. Un mondo che quotidianamente lotta per cambiare ed emergere. È Il mondo delle periferie. Con le sue bellezze, le sue sofferenze e le sue paure. Un mondo raccontato dai fotogiornalisti romani di “Oltre le Mura di Roma”. Mostra fotografica ospitata dal Museo MACRO Testaccio – la Factoy, dal 21 gennaio al 10 marzo 2016.

Una carrellata di fotografie e reportage con oltre 200 scatti che lanciano lo spettatore nel mondo periferico.

“Il progetto – spiega l’organizzatore Michele Torsello – è stato avviato esattamente un anno fa. Con la nostra associazione Global Shapers abbiamo bandito un concorso aperto a tutti e abbiamo chiesto a fotografi italiani di livello internazionale - Francesco Zizola, Stefano De Luigi, Davide Monteleone, Angelo Turetta e Tommaso Protti - di realizzare un loro reportage d’autore sulle periferie di Roma. I fotografi poi, sotto la direzione artistica di Zizola, sono diventati i componenti di una giuria che ha selezionato tra oltre 1050 partecipanti i 12 vincitori della categoria senior e emergenti. Il nostro obiettivo è quello di spostare il focus dal centro di Roma, per alimentare il dibattito sulle periferie ma anche sulle esperienze di vita degli abitanti di questi quartieri”.

I partecipanti al concorso sono tutti fotoreporter professionisti o amatoriali.

“Elemento qualificante del concorso – continua Torsello – è stato proprio quello di selezionare non semplici e singoli scatti ma veri e propri reportage fotografici che raccontassero una storia attraverso l’obiettivo”.

E osservando le fotografie salta subito agli occhi e al cuore l’intensità delle emozioni che partono dall’artista e che attraverso l’obiettivo arrivano allo spettatore, con opere che narrano una Roma dalle molteplici sfumature. La triste realtà di una metropoli a volte crudele raccontata da Fabio Moscatelli in “The right place”, che ha immortalato una coppia di coniugi costretta a vivere in una roulotte, ex falegname lui, ex parrucchiera lei. La Roma dagli aspetti onirici di Viviana Peretti che nella sua “Roma surreale” ha immortalato due uomini che si allenano all’acquedotto tuscolano. C’è poi la Roma della Tiburtina di Sara Camilli e la Roma della voglia di riscatto di Francesco Zizola, già menzionato dal The Guardian per aver realizzato uno dei migliori scatti del 2015.

Zizola, anche questa volta, ha messo al centro della sua opera l’uomo, raccontando la partita della squadra di calcio tra immigrati ed ex detenuti, sotto gli archi dell’acquedotto romano al Quarto Miglio.

Questi i nomi dei vincitori del concorso le cui opere saranno esposte al Macro Testaccio accanto ai reportage dei giudici: Sara Camilli, Ivan Consalvo, Gerardo Filocamo, Matteo Fusacchia, Giorgio Guastella, Fabio Moscatelli, Andrea Petrosino, Alita Spano & Marco Di Traglia e Matteo Vieille e, per la categoria Giovani emergenti, Isabella Borrelli e Lucia D'Amato. Hanno ricevuto menzioni speciali per i singoli scatti, che saranno anch'essi parte della mostra: Giulia Ardizzone, Fulvia Bernacca, Francesco Conti, Nicola Delle Donne, Francesca Fabiano, Alice Falco, Alessandro Lacchè, Marco Leonardi, Zàira Mantovan, Viviana Peretti, Francesca Pompei & Gianluca De Simone, Liliana Ranalletta, Gianluca Rocchi, Stefano Sbrulli, Noemi Seminara e Michele Vittori.

“Giovedì 21 gennaio alle ore 18.30, durante l’inaugurazione della mostra – conclude Torsello – annunceremo i nomi dei vincitori delle borse di studio ai quali, con questo premio, sarà data la possibilità di partecipare a corsi di fotogiornalismo professionale. Questo progetto dimostra che l’Italia ha un grandissimo potenziale da sbloccare, specialmente nel mondo dell’arte. Se crei un contesto favorevole per far emergere quella creatività e le concedi una vetrina prestigiosa come quella di un Museo, riesci ad ottenere dei risultati sorprendenti”.

 

Macro Testaccio La Factory, piazza Orazio Giustiniani 4, da giovedì 21 gennaio a giovedì 10 marzo, infotel: 0645553050

 

Foto di Giulia Ardizzone – LunEur - Roma

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0