04 agosto 2015

Serial tv: tutto un altro "Affair"

Lui (Dominic West di The Wire), lei (Maura Tierney), l’altra (Ruth Wilson, apprezzatissima in Luther), durante le vacanze estive negli Hamptons. Una storia di straordinaria infedeltà. Il format? Mezzo episodio dedicato a ognuno degli amanti protagonisti: un intenso viaggio nella memoria del marito apparentemente perfetto, alternato ai flashback dell’amante. Ovvero, l’importanza di richiamare le cose alla memoria da punti di vista soggettivi che a tratti si dimostrano diametralmente opposti: fatti sfuocati, visioni, letture che non coincidono, interpretazioni che non combaciano, sfumature grigie di ricordi, attribuzioni di responsabilità, fantasie e risvolti psicologici diversi. Abiti, luoghi, frasi, eventi, tutto cambia ripercorso nella memoria degli adulteri che – nonostante tutto e tutti – non possono fare a meno l’uno dell’altra. Sul filo del labile confine tra verità, oblio e menzogna. L’escamotage “letterario”? Un deciso salto avanti nel tempo, ovvero gli interrogatori alternati dei due nella stanza di un ispettore di polizia che li incalza durante le indagini sull’omicidio (di chi?) avvenuto all’epoca della relazione extraconiugale. Siamo a Montauk, borghese meta turistica nel cuore degli Hamptons, dove Alison Lockhart (segnata nel profondo dalla perdita di un figlio) vive e lavora come cameriera in una tavola calda e Noah Solloway, insegnante e scrittore con moglie e quattro figli al seguito, si trasferisce da Brooklyn ospite degli snob e ingombranti suoceri in cerca di un’ispirazione che non vuole arrivare per il nuovo romanzo. Questo è The Affair in breve, per non rovinare la sorpresa a chi non avesse ancora recuperato la prima stagione: dieci episodi rivelazione dello scorso autunno, ancora inediti in Italia. Agli ultimi Golden Globe, gli Oscar della più eccelsa serialità mondiale, The Affair si è portata a casa, nella categoria drama, ben due riconoscimenti: quello come migliore serie tv e quello per la migliore attrice protagonista alla camaleontica attrice inglese Ruth Wilson, punta di diamante del cast. Le risposte ai quesiti rimasti aperti stanno ora arrivando, non certo la verità assoluta, che The Affair ci insegna a non inseguire. Il canale americano Showtime ha infatti da poco rilasciato online il primo video promo ufficiale della seconda stagione, che inizierà a ottobre - a distanza di un anno dal debutto - per riprendere le fila del discorso ancora tutt'altro che chiuso e infittire la trama di nuovi punti di vista, come quello della splendida sorella di Noah, Nina. E ovviamente si riparte dalla turbolenta focosa liason, che prosegue tra New York e gli Hamptons. A minare l’idillio Cole, il marito di Alison (Joshua Jackson), e l’inevitabile strascico criminal. Ideatori del cervellotico show sono Hagai Levi e Sarah Treem, già menti di In Treatment, che a pochi mesi dalla partenza della season 2 ha anticipato: «Nella mia mente, pensando alla verità sul crimine che fa da sfondo alla serie, credo che dovremo vedere e capire cosa è accaduto in modo oggettivo. Arriveremo alla verità per gradi, come se dovessimo risolvere un puzzle, perciò quando il pubblico scoprirà cosa è accaduto, capirà qualcosa di sé». L’originale struttura narrativa dialogica è un’idea forte, gli ambigui intrecci, la sotto-trama thriller, grandi attori e pathos a go-go, gli ingredienti per non farsela scappare.

 

VIDEO PROMO STAGIONE 2

 

SITO UFFICIALE

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0