07 febbraio 2017

The Big Bang Theory. Il successo è scientifico

Arrivata alla 10° stagione, The Big Bang Theory, la sitcom che piace a tutti, intellettuali compresi, si conferma come quella più veloce, ironica, intelligente del piccolo schermo. Un fenomeno, con tanto di merchandising di magliette, zerbini, cappellini e tutto ciò che si vede addosso ai 4 giovani cervelloni protagonisti, che ha ispirato decine di articoli, di tesi, di saggi che analizzano gli ingredienti del successo.

Uno è certo: si chiama Sheldon Lee Cooper, il geniale fisico teorico - interpretato da uno strepitoso Jim Parsons, 4 Emmy Awards e un Golden Globe - capace di studiare e illustrare fenomeni astrusi per i comuni mortali, ma con enormi difficoltà a stringere relazioni sociali e comprendere comportamenti e convenzioni di chi lo circonda, come accade a chi è affetto dalla Sindrome di Asperger. Tanto popolare “Shelly”, come lo chiama affettuosamente la madre, da avere dato perfino il nome - che è un omaggio all'attore, regista e produttore Sheldon Leonard mentre il cognome deriva dal Premio Nobel per la fisica Leon Cooper - a un asteroide, il 246247 Sheldoncooper, a una nuova specie di api, le Euglossa bazinga e a un genere di meduse, le Rhizostomeae Bazinga.

All'inizio della serie e fino alla 10°, vive nell'appartamento 4A al 2311 North Los Robles Avenue di Pasadena con il coinquilino Leonard Leakey Hofstadter (anche lui porta il cognome di uno dei vincitori del Nobel per la fisica, Robert Hofstadter), il fisico sperimentale interpretato da Johnny Galecki. Il tormentone di tutta la serie è la presa in giro di Sheldon che, nonstante il QI sia ben 173, ama sminuire le capacità e il lavoro di Leonard sostenendo che tutte le sue ricerche sarebbero copiate, al punto che le sue teorie potrebbero essere scritte "su qualunque bagno maschile al Mit”.

Accanto ai due, ci sono i loro migliori amici. Howard Wolowitz è un giovane ingegnere che lavora nel campo aerospaziale. I congegni da lui progettati, che sovente vengono utilizzati a bordo dello Space Shuttle o sulla Stazione Spaziale Internazionale, sono il suo vanto di fronte agli amici. È l'unico del gruppo a non aver conseguito un dottorato di ricerca, ma una "semplice" laurea magistrale. Pettinatura a caschetto e look anni Sessanta, è ebreo, ma molto scettico rispetto alla religione. Vive con l'invadente e insopportabile madre. Crede di poter avere successo con le donne, convinzione smentita a ogni rifiuto. È poliglotta e un mago provetto. Ha una passione smodata per le fibbie delle cinture, che colleziona, e i gadget dei fumetti.

Rajesh Koothrappali è un giovane fisico, originario di Nuova Delhi, che lavora nel campo dell'astrofisica. La sua particolare caratteristica è che ammutolisce di colpo in presenza di una qualsiasi donna (a parte quelle della sua famiglia), soffrendo infatti di una rara forma di mutismo selettivo; scopre casualmente di ritrovare spigliatezza nel parlare anche con solo un cocktail alcolico. Si tiene in contatto tramite webcam con i facoltosi genitori, che vorrebbero decidere ancora per lui cosa può e non può fare. Come il suo miglior amico Howard, anche Raj non segue i dettami della sua religione induista, cercando anzi di integrarsi nella cultura americana, nonostante a volte faccia pesare agli amici una sorta di razzismo nei suoi confronti.

Infine, le girls: Penny è un'attraente ragazza bionda che vive nell'appartamento di fronte a quello di Leonard e Sheldon, e che si mantiene lavorando come cameriera alla Fabbrica del Cheesecake, un locale dove i ragazzi si recano tutte le settimane a mangiare. Per conquistarla, Leonard dovrà mettere in campo tutta la sua serena intelligenza e la sua pazienza, finendo per sposarla dopo infinite trattative, durante le varie serie, con Sheldon, che non può fare a meno di lui.

Bernadette Rostenkowski è una ragazza che, per mantenersi agli studi in microbiologia, lavora alla Fabbrica del Cheesecake come cameriera assieme a Penny. Proprio grazie a quest'ultima, conosce e si lega a Howard, sia pure in maniera altalenante; il sentimento tra i due è però sincero, tanto da sfociare nel matrimonio.

Infine Amy Farrah Fowler, la neuroscienziata che entra nel gruppo grazie ad Howard e Raj che, fingendosi Sheldon in un sito di incontri, organizzano un appuntamento tra i due. E ci prendono: lei è la versione femminile di Sheldon, come lui ha difficoltà nell’esprimere sentimenti e nel legarsi all’altro sesso. Troveranno una serie di bizzarri accordi e compromessi per una frequentazione poco convenzionale, con un finale ancora da scrivere.

Andata in onda con l'episodio pilota il 24 settembre 2007 sul canale Cbs, The Big Bang Theory ha visto sfilare tante guest star, personalità del mondo della televisione, della scienza, della fisica, dei fumetti e del cinema di fantascienza che hanno accettato di apparire in dei brevi camei. Tra gli altri, Charlie Sheen, Steve Wozniak, Eliza Dushku, Rick Fox, Brian Greene, Brent Spiner, Leonard Nimoy, Howie Mandel, Buzz Aldrin, Carrie Fisher, Billy Bob Thornton, Nathan Fillion, Kevin Smith, June Squibb, Adam West, Judd Hirsch, Katey Sagal, Jack McBrayer, Ellen DeGeneres, Christopher Lloyd e Jesse Eisenberg.

Pensata e girata dal vivo con 4 telecamere di fronte al pubblico in studio, difficile il passaggio al grande schermo, nonostante le richieste del film da parte dei tanti appassionati cultori, ormai un vero e proprio zoccolo duro con fan club non solo negli Usa. The Big Bang Theory porta la firma di 2 genietti delle tv series americane, Chuck Lorre e Bill Prady ed è prodotta da Warner Bros. Television in collaborazione con Chuck Lorre Productions. Tutte le formule scientifiche che compaiono o vengono declamate nella serie, sono vere e rigorosamente verificate.

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata