15 ottobre 2012

Tutti con Tim Berners-Lee per sviluppare l'HTML5

Sir Tim Berners-Lee è l’uomo che ha semplicemente inventato il world wide web. Non solo: ultimamente Berners-Lee è riuscito nell’impresa dal sapore utopico di mettere insieme Apple, Google e Microsoft – che normalmente sono più che agguerriti nemici – per collaborare allo sviluppo dell’HTML5. Un ‘team’ impensabile, che, tra gli altri, gode dell’appoggio di tantissimi colossi della tecnologia e dell’informatica: Facebook, Nokia, Adobe, HP e la Mozilla Foundation. Per anni gli sviluppatori web hanno dovuto fare affidamento su diversi siti per imparare la programmazione web, ognuno dei quali forniva un pezzo del puzzle ma mai un quadro completo della situazione, senza soprattutto riuscire a tenere il passo con il rapido ritmo dei cambiamenti. Il web di oggi è ormai una giungla di applicazioni e strumenti multimediali che cambiano e si aggiornano a un ritmo vertiginoso.  Con webplatform.org, invece, Berners-Lee intende fornire aggiornamenti accurati e completi, con suggerimenti ed esercitazioni, dallo sviluppo al design, dalla risoluzione dei bug al superamento di problematiche. Sarà caratterizzato dalla presenza di forum e discussioni, che seguiranno le diverse fasi di attuazione o di standardizzazione, con la possibilità di lasciare dei feedback prima che le funzioni siano bloccate. Si potrà, soprattutto, accedere direttamente alle informazioni strutturate per facilitarne il riutilizzo. Insomma, il parere di Berners-Lee (che ha incontrato unanime supporto) è che bisogna perseguire il vantaggio della standardizzazione, e che l’impegno di tutte le parti in causa darà modo agli sviluppatori di approcciare alle nuove funzionalità offerte dall'HTML5 in modo naturale e privo di traumi, avviando un progresso tecnologico che potrebbe in breve tempo cambiare radicalmente il modo con cui ogni giorno ci rapportiamo con il web.


0