07 aprile 2014

Yahoo!, parte la sfida a YouTube

Yahoo! è pronta ad entrare nell’arena dei video in streaming. Secondo alcune indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal, la società californiana sta per definire i termini di acquisto di News Distribution Network (NDN): 300 milioni di dollari, un investimento con il quale Yahoo! si appresta ad aggredire le quote di mercato del colosso YouTube. Del resto la nuova amministratrice delegata di Yahoo!, Marissa Mayer, non ha mai fatto mistero di puntare sui video online come uno dei mezzi prediletti per acquisire nuovi utenti e incrementare le entrare pubblicitarie, veri fulcri di un rilancio già inaugurato con Tumblr, popolare servizio di blogging acquistato l’anno scorso per 1,1 miliardi di dollari. Ma come arginare lo strapotere di YouTube, che dopo l’acquisizione da parte di Google nel 2006 (1,6 miliardi di dollari sborsati) si è affermato negli anni come l’inamovibile protagonista dell’intero settore? Semplice: sfruttando il malcontento generalizzato da parte degli “uploaders” di tutto il mondo, che da sempre lamentano la “taccagneria” del più celebre servizio di video in streaming. Da qui l’idea di inaugurare un nuovo sito di condivisione che, prospettando guadagni maggiori, punti ad accattivarsi la simpatia e l’attenzione di tutti quei contributors (ovvero gli utenti che creano e caricano contenuti video per le piattaforme online) scontenti del trattamento ricevuto. Non a caso voci di corridoio sempre più insistenti rivelano come Yahoo! abbia già sottoposto il progetto ad alcune “YouTube star”, che molto spesso amministrano canali con migliaia di iscritti, ricevendone pareri positivi e adesioni entusiastiche. La sfida è lanciata.


0