09 marzo 2017

YouTube TV sbarca negli Stati Uniti

L’annuncio a sorpresa è stato dato dall'amministratore delegato di YouTube, Susan Wojcicki, la scorsa settimana nel corso di una conferenza stampa, trasmessa in streaming da Los Angeles: YouTube, la piattaforma web più famosa al mondo, irromperà presto nel mondo della televisione tradizionale.

Negli Stati Uniti, infatti, arriverà nel giro di pochi mesi YouTube TV, un nuovo servizio televisivo che costerà 35 dollari al mese e sarà accessibile da qualsiasi dispositivo. Per fruire dei programmi non sarà necessario il cavo o il satellite ma occorrerà soltanto la connessione internet. Smartphone, tablet e pc potranno così sostituire a pieno titolo la TV tradizionale, sulla quale si potrà comunque godere dell’offerta televisiva attraverso una chiavetta Chromecast, l’adattatore realizzato da Google per visualizzare in streaming sul televisore di casa tutti i contenuti della rete. L’abbonamento fornirà l’accesso a 40 canali, tra cui tante emittenti americane di successo, dalle principali reti di informazione a quelle dedicate al cinema, ai cartoni animati e agli eventi sportivi: su tutte ABC, CBS, NBC, ESPN, Fox, MSNBC, Disney Junior, Nat Geo Wild, SyFy e Bravo. Probabilmente l’offerta sarà anche ampliata con ulteriori canali di intrattenimento dietro il pagamento di una commissione ulteriore.

Sarà possibile registrare qualunque programma su cloud e conservarlo in archivio per nove mesi. Inoltre si potranno attivare fino a 6 account contemporaneamente, in maniera tale che tutti in famiglia possano seguire il proprio programma preferito. La celebre piattaforma di condivisione video, acquistata da Google nel 2006 per una cifra vicina a 1,7 miliardi di dollari, intende dunque venire incontro alle esigenze dei consumatori, che negli ultimi anni si stanno allontanando sempre più dalla televisione tradizionale.

YouTube ha recentemente raggiunto il record di 1 miliardo di ore di video viste al giorno (addirittura 10 volte di più rispetto a soli cinque anni fa) ed ha voluto alzare ancora una volta l’asticella entrando in un mercato altamente competitivo come quello televisivo.

 


0