22 ottobre 2021

Il processo Plan Condor

Nell’estate del 2021 si è chiuso l’ennesimo capitolo giudiziario di una vicenda che dall’America Latina è giunta anche in Italia. La Corte di cassazione di Roma ha emesso le sentenze definitive contro militari e civili coinvolti nel Plan Condor, la strategia terrorista adottata da gran parte delle dittature militari latinoamericane negli anni Settanta per sequestrare, torturare e uccidere gli oppositori politici. Oggi a Macondo cerchiamo di ricostruire quella storia, per capire che ruolo ha avuto il nostro Paese nella ricerca della giustizia. Sono con noi la giornalista Elena Basso e l’avvocato Arturo Salerni.

 

 

Arturo Salerni, laureato in giurisprudenza specializzato in Diritto penale e criminologia presso l’Università La Sapienza di Roma, avvocato. Si occupa di tutela dei diritti umani, di diritto di asilo e di tutela dei minori, in Italia ed anche davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo. È difensore di parte civile in procedimenti per le violazioni dei diritti umani durante l’epoca delle dittature latinoamericane: difende i familiari degli scomparsi cittadini italiani nel processo Piano Condor. È difensore dei familiari delle vittime del naufragio avvenuto nel Mediterraneo nel 2013, conosciuto come il naufragio dei bambini. Ha ottenuto la concessione del diritto di asilo in favore del leader curdo Abdullah Öcalan. È impegnato in diverse associazioni per la difesa dei diritti civili e collabora con l’amministrazione del Comune di Roma e della Regione Lazio.

 

Elena Basso, classe 1991, è una giornalista freelance laureata in Scienze della comunicazione e cooperazione internazionale e ha studiato giornalismo alla Scuola della Fondazione Basso. Scrive di violazioni dei diritti umani in America Latina e si è occupata di vittime di tratta, sparizioni forzate e abusi compiuti dalle forze dell’ordine. I suoi reportage da Argentina e Cile sono stati pubblicati da Il Manifesto, la Repubblica, Il Venerdì, Left e L’Espresso. Fa parte del collettivo di giornalisti freelance Centro di giornalismo permanente.

 

                             TUTTI I PODCAST DEL PROGETTO MACONDO

 
Immagine: L’edificio a Londres 38 nel quartiere Barrio París-Londres, che era un centro di tortura durante il regime di Pinochet, Santiago, Cile (15 giugno 2019). Crediti: Anne Czichos / Shutterstock.com

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0