3 maggio 2022

La disponibilità di papa Francesco

Papa Francesco compie un nuovo importante passo nel tentativo di costruire un percorso di pace per il conflitto russo-ucraino. Tanti sono stati infatti i tentativi per l’apertura di un dialogo attuati dal pontefice sin dall’inizio delle ostilità, il 24 febbraio scorso. E non esita oggi a rinnovare la sua disponibilità a recarsi personalmente a Mosca per incontrare il presidente Putin. Una disponibilità che aveva già trasmesso al Cremlino venti giorni dopo l’inizio della guerra attraverso il cardinale Parolin, ma che finora non ha avuto risposta. L’invito è quindi rivolto a Mosca affinché apra uno spiraglio alla pace, ed è affidato in prima battuta al patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa, a cui Bergoglio ha chiesto di intercedere per cercare vie di pace e far cessare il fuoco delle armi.

 

TUTTI GLI ARTICOLI DI ATLANTE SULLA GUERRA IN UCRAINA

 

Immagine: Papa Francesco (13 novembre 2013). Crediti: neneo / Shutterstock.com

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata