28 marzo 2020

La vita universitaria “nella nuvola”

 

L’epidemia impedisce agli studenti universitari di tutta la Cina di tornare ai campus. Senza aspettare la fine del contagio, la Tsinghua University ha deciso di tenere on-line tutti i corsi e di iniziare l’attività il 17 febbraio come da programma. A poco più di un mese di distanza possiamo dire che l’insegnamento attraverso corsi on-line non ha creato problemi. Anche la ricerca di gruppo, in diversi campi, ha fatto progressi. Da studente della Tsinghua University penso ci siano alcuni esempi di come “l’università nelle nuvole” ha riorganizzato il suo lavoro che potrebbero essere utili per gli amici italiani.

 

La maggior parte dei corsi si svolgono on-line

Il professor Zhang Li, fisico, 95 anni, è tra i docenti più anziani della Tsinghua University. Questo è stato il suo ventitreesimo anno consecutivo di insegnamento, agli studenti dell’ultimo anno, di Elementi fondamentali di meccanica quantistica. Per continuare a insegnare anche durante l’epidemia ha imparato, con l’aiuto di un assistente, a fare lezioni in streaming e ha risposto alle domande degli studenti tramite un gruppo WeChat. «Credo che insegnare a distanza sia un bene soprattutto per gli studenti! Potrebbe portare ad una loro maggiore partecipazione dal momento che alcuni di loro potrebbero essere meno timidi interagendo on-line invece che di persona in classe. Le lezioni on-line favoriscono le discussioni e i dibattiti» sostiene il professor Zhang. Ma non è il solo a crederlo. La Tsinghua University ha offerto questo semestre 3.923 sessioni di corsi on-line, impartiti da più di 2.400 docenti a oltre 25.000 studenti.

 

Non solo lezioni e discussione di tesi on-line, ma anche esperimenti off-campus

Grazie alla tecnologia d’avanguardia utilizzata, gli studenti possono adoperare le apparecchiature per gli esperimenti da remoto e in tempo reale; in alcuni casi possono utilizzare delle piattaforme specifiche ed eseguire delle simulazioni.

È possibile anche svolgere on-line la discussione delle tesi, così da consentire agli studenti di laurearsi nei tempi previsti. Xie Wenwen è stata la prima dottoranda della Tsinghua University ad aver discusso il 27 febbraio la sua tesi on-line e da casa, nella provincia cinese del Nord-Est, Shanxi. La discussione della tesi di dottorato prevede una valutazione da parte di un Collegio di cinque docenti provenienti dalle migliori università della Cina. Nella discussione da remoto, durante una procedura di due ore e mezzo, gli studenti consegnano un elaborato e rispondo alle domande poste dai membri del collegio degli esaminatori prima di vedere il risultato finale sul sito. Tuttavia, discutere la tesi on-line non vuol dire abbassare gli standard di valutazione. L’intero procedimento viene registrato per garantire il rispetto degli standard di qualità.

Xie Wenwen, dottoranda della Tsinghua University, discute da casa la sua tesi (Fonte, Tsinghua University)

Per consentire agli studenti di avere accesso alle risorse accademiche di cui hanno bisogno, l’università ha inoltre preso alcuni provvedimenti specifici a questo fine, ad esempio rendendo disponibili on-line le risorse della biblioteca e consentendo la consultazione delle riviste in maniera gratuita agli studenti anche dall’esterno del campus.

Nel 2020 si prevede che ci saranno circa 7.700 laureati alla Tsinghua University, 3.800 dei quali entreranno nel mercato del lavoro. Per aiutare i laureati a trovare un’occupazione, l’Università ha lanciato il 16 marzo, per la prima volta nella sua storia, un career day on-line su larga scala, che ha coinvolto 621 datori di lavoro ed è durato una settimana. Gli studenti possono consultare le offerte di lavoro, inviare curriculum e fare videochiamate con il datore di lavoro attraverso un sistema interattivo on-line.

 

I ricercatori stanno lavorando intensamente in diversi settori

Il presidente cinese Xi Jinping ha visitato il 2 marzo scorso la School of Medicine della Tsinghua University. Durante la visita ha manifestato interesse per il lavoro lì svolto da esperti e ricercatori, visitando i laboratori per la ricerca scientifica su Covid-19, e presieduto un simposio per ascoltare le opinioni e i consigli di funzionari e ricercatori. Il presidente Xi in quella occasione ha affermato che «scienza e tecnologia sono le armi più potenti nella battaglia dell’umanità per sconfiggere le malattie». Ha chiesto quindi di accelerare lo sviluppo di nuovi tipi di test diagnostici, medicinali antivirali, vaccini e piani di diagnosi e trattamento.

Il presidente cinese Xi Jinping in visita il 2 marzo al centro di ricerca sul Covid-19 della School of Medicine della Tsinghua University (Fonte, Xinhua News Agency)

I ricercatori di Tsinghua in prima linea per combattere l’epidemia di Coronavirus

Il team del professor Cheng Jing della School of Medicine ha sviluppato un “kit di rilevazione dell’acido nucleico del virus respiratorio” che può rilevare simultaneamente, entro 1 ora e 5 minuti, i sei tipi di virus respiratori. Questo aiuta ad accelerare la diagnosi differenziale di virus con sintomi simili. Il team del professore Shi Yuanchun del Dipartimento di Computer Science and Technology, ha sviluppato un’applicazione di screening “Close Contacts” per il distretto di Zengdu, nella provincia di Hubei. L’applicazione consente ai residenti di registrare la loro posizione recente e di rintracciare contatti tramite telefoni cellulari. Analizza poi i dati in tempo reale e identifica le persone che potrebbero aver avuto un alto rischio di esposizione al contagio. Un team di ricercatori dell’Institute of Nuclear and New Energy Technology, inoltre, ha applicato la tecnologia di irradiazione con fascio di elettroni alla sterilizzazione delle forniture mediche e al trattamento delle acque reflue mediche. Il gruppo del professor Li Daokui della School of Social Science ha pubblicato un rapporto importante su come ritornare a un livello più normale di attività economica al di fuori della provincia di Hubei.

 

Spero sinceramente che l’esperienza di insegnamento on-line di Tsinghua possa aiutare gli amici italiani. E spero che riusciremo il prima possibile a contenere quest’epidemia e tornare ad una vita normale.

 

 

                         TUTTI GLI ARTICOLI SUL CORONAVIRUS

 

Immagine di copertina: Il professor Zhang, 95 anni, fisico, impara, con l’aiuto di un assistente, come tenere lezione a distanza ai suoi studenti (Fonte, people.com.cn)

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0