02 luglio 2013

Diario dalla Cina

LUGLIO 2013

 

Ai domiciliari la scrittrice tibetana Woeser

Tsering Woeser, scrittrice, poetessa ed attivista tibetana, è stata di nuovo messa agli arresti domiciliari. È stata la stessa donna a scriverlo sul suo blog. Secondo il suo racconto, lei e suo marito sono stati prima portati dagli agenti in una stazione di polizia di Pechino, e poi rinchiusi a casa. Fuori casa sua, sono stati posti degli agenti di sicurezza che bloccheranno la coppia almeno fino al 25 giugno, come lei stessa ha scritto. La sua detenzione coincide con un viaggio di giornalisti stranieri in Tibet, organizzato dalle autorità cinesi. Lo scorso marzo, Pechino ha impedito a Tsering Woeser di andare a Washington, dove avrebbe dovuto ricevere un premio. Attraverso il suo sito Invisible Tibet (nel quale la donna ha postato anche le foto degli agenti messi a sicurezza della sua casa) e i suoi scritti, la donna da anni denuncia lo stato di oppressione dei tibetani nella loro patria e la repressione operata dal governo cinese.

 

Bank of China smentisce voci di default

La Bank of China, la più grande banca cinese, ha smentito con una nota nella tarda serata di ieri che in giornata si sia trovata in default per assenza di liquidità. La nota è stata anche pubblicata dall’agenzia Nuova Cina. Era stato un post pubblicato sul sito di microblogging Sina Weibo (l’equivalente di Twitter in Cina) del giornale economico 21st Century Business Herald ad annunciare che la banca aveva interrotto le transazioni per almeno mezz’ora a causa di una carenza di liquidità. La banca ha smentito questa circostanza, riservandosi azioni legali. Un recente aumento dei tassi di interesse nel mercato interbancario ha aumentato le preoccupazioni su una crisi di liquidità. Il mercato bancario è in forte tensione per questo. La banca centrale cinese è intervenuta emettendo prestiti di circa 324 milioni di dollari, ma ha annunciato che dovranno essere le banche ad adottare altre misure, perché non immetterà altra liquidità.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0