10 settembre 2019

Albania, il presidente della Repubblica di fronte alla Commissione di inchiesta parlamentare

Il presidente albanese Ilir Meta è comparso lunedì 9 settembre davanti alla Commissione d’inchiesta parlamentare nell’ambito della procedura di impeachment, richiesta dal Partito socialista al governo, guidato da Edi Rama, per aver violato la Costituzione con l’annullamento della data delle elezioni amministrative, indette per il 30 giugno scorso. L’8 giugno infatti Meta aveva cancellato la scadenza elettorale, sostenendo che la situazione nel Paese non avrebbe consentito un regolare svolgimento del voto; le votazioni si erano poi tenute ugualmente, anche se i partiti di opposizione le avevano boicottate non presentando i propri candidati, solo poco più del 20% degli aventi diritto si era recato a votare e il risultato non era stato riconosciuto dal presidente. Nel corso delle due ore in cui ha riferito alla Commissione d’inchiesta Meta ha dichiarato di avere ricevuto il 7 giugno informazioni riservate da fonti affidabili sul fatto che durante la manifestazione di protesta indetta per il giorno seguente ci sarebbero stati forti disordini e che vi era un piano per incendiare il Parlamento, un atto dalle gravissime conseguenze simboliche e pratiche. Meta ha anche aggiunto di avere allertato in proposito il leader dell’opposizione Lulzim Basha perché fosse consapevole della situazione e si assumesse le sue responsabilità. La Commissione ha infine accolto le motivazioni di Meta e decretato che rimarrà in carica come previsto fino al 2022, mentre il presidente ha reso noto che le elezioni regolari si svolgeranno il 13 ottobre, data scelta per favorire la maggiore partecipazione possibile. Una scadenza che si auspica possa ristabilire la normalità in un Paese attraversato da una crisi istituzionale senza precedenti.

 

Immagine: Ilir Meta a Garmisch-Partenkirchen, Germania (25 ottobre 2018). Crediti: George C. Marshall European Center for Security Studies [DOD photo by Karl-Heinz Wedhorn/RELEASED (Public Domain Mark 1.0)], attraverso www.flickr.com

0