7 novembre 2019

Elezioni in Kentucky, Mississippi e Virginia: segnale d’allarme per Donald Trump

Ad un anno dalle presidenziali del 2020, il voto di martedì 5 novembre per l’elezione dei governatori in Kentucky e in Mississippi e per il rinnovo del Parlamento in Virginia sembra mandare un segnale negativo a Donald Trump. I tre Stati rappresentano una tradizionale roccaforte repubblicana e anche se le previsioni della vigilia segnalavano un’incertezza sull’esito, era chiaro che una sconfitta anche in un solo Stato avrebbe rappresentato un evento di portata in un certo senso storica. Le elezioni hanno fatto registrare una vittoria netta dei democratici in Virginia, che assumono il controllo del Parlamento. In Kentucky, inoltre, il governatore uscente, il repubblicano Matt Bevin, ha perso sia pur con uno scarto minimo di voti, contro lo sfidante democratico Andy Beshear. Bevin ha contestato la regolarità del voto e si è rifiutato di riconoscere la vittoria dell’avversario, che invece si è proclamato vincitore. Soltanto in Mississippi si afferma il candidato repubblicano; Tate Reeves si conferma come governatore avendo sconfitto, sia pur con un risultato inferiore alle aspettative, il democratico Jim Hood. Donald Trump nelle presidenziali del 2016 aveva vinto nettamente nei tre Stati in cui si votava martedì e anche nelle elezioni di midterm del 2018 si era confermata una solida maggioranza dei repubblicani. La sconfitta più bruciante per il presidente è stata quella del Kentucky dove Trump aveva sconfitto Hillary Clinton con un vantaggio del 30%. Per sostenere Matt Bevin, Trump si era impegnato in prima persona e lunedì 4 novembre aveva partecipato all’ultimo comizio della campagna. Molti osservatori avevano segnalato un calo della popolarità di Bevin, che durante il suo mandato si era scontrato duramente con i sindacati; nonostante questi timori, Trump aveva affermato che in caso di vittoria democratica in Kentucky sarebbe stato accusato «di aver incassato la peggiore sconfitta della storia del mondo». Sono in pochi a credere che il ricorso di Bevin possa portare ad un ribaltamento dei risultati, che avrebbe sicuramente un importante ricaduta politica. Per il momento, il successo sembra galvanizzare i democratici. La campagna elettorale in vista delle presidenziali è ancora molto lunga; questi risultati evidenziano però un momento di difficoltà del presidente in carica nella corsa verso la rielezione.

 

Immagine: Donald Trump saluta dopo aver parlato con i giornalisti alla Casa Bianca, prima di partire per il suo viaggio in Kentucky. Washington, DC (4 novembre 2019). Crediti: Official White House Photo by Joyce N. Boghosian [Public Domain Mark 1.0], attraverso www.flickr.com

0