30 aprile 2019

Nuovo video di propaganda di al-Baghdadi rilancia il jihad contro i ‘crociati’

Per la prima volta dopo cinque anni il leader dello Stato islamico Abu Bakr al-Baghdadi appare in un nuovo video di propaganda in cui rilancia la guerra contro l’Occidente e la volontà di vendicare i martiri del jihad. Il video rappresenta in primo luogo una smentita delle ricorrenti voci che volevano che il leader fondamentalista fosse morto e che i suoi seguaci avessero tenuta segreta la sua scomparsa. Nel corso del video, della durata di diciotto minuti, al-Baghdadi fa riferimento alla battaglia di Baghuz, combattuta a fine marzo dai jihadisti contro le forze curde e agli attacchi portati avanti dai miliziani islamici contro la presenza francese in Burkina Faso e in Mali. Al-Baghdadi rivendica novantandue operazioni condotte in otto Stati diversi, in risposta alla perdita di Baghuz e per vendicare i combattenti caduti. Esaltati anche i recenti attentati nello Sri Lanka; gli esperti che hanno visionato l’intero filmato notano che il riferimento alle stragi in Sri Lanka è costituito da una voce fuori campo, che potrebbe essere stata aggiunta in un secondo momento, mentre le riprese in cui appare al-Baghdadi risalirebbero alle settimane precedenti. In generale, la sconfitta in campo aperto dello Stato islamico non comporta per ora la sua scomparsa; è possibile che si assista a diverse modalità di attacco, che non comportino in questa fase la conquista e la gestione di territori. E per quanto riguarda il ruolo del sedicente califfo, se sono stati smentiti i ripetuti annunci della sua morte, vanno riconsiderate anche le “indiscrezioni” che lo raffiguravano vittima di un golpe interno e ormai esautorato dal comando.

 

Crediti immagine: Unknown, via article The futurist' aesthetics of ISIS, distributed under CC-4.0. Fonte, http://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/20004214.2017.1271528, [CC BY 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0)], attraverso Wikimedia Commons

0