13 settembre 2020

Riaprono le scuole in Europa

I governi dei Paesi europei, sia pur con accenti diversi, sono stati concordi nel definire una priorità la riapertura in presenza delle scuole; nonostante sia in corso nella maggior parte dei Paesi una ripresa dei contagi, si farà tutto il possibile, nella tutela ovviamente degli studenti e del personale, per evitare chiusure e una riproposizione della didattica a distanza. Peraltro in molti Stati, tra cui Belgio, Francia, Olanda, Portogallo, Polonia e Regno Unito, le scuole erano state già riaperte tra maggio e giugno; in alcuni casi però con una scarsa adesione da parte delle famiglie, che hanno prudentemente tenuto i figli a casa. In Germania invece il nuovo anno scolastico è stato avviato, con partenze scaglionate fra i diversi Länder, a partire da lunedì 10 agosto. Quindi è particolare la situazione dell’Italia dove la riapertura delle aule il 14 settembre si collocherà dopo sei mesi, di didattica a distanza prima e di chiusura estiva poi.

Finora il bilancio delle esperienze negli altri Paesi non è stato del tutto rassicurante; in Germania, dove erano state adottate misure di prevenzione relativamente blande, numerose scuole, soprattutto nel Nord Reno-Westfalia, hanno dovuto chiudere subito dopo la riapertura. In Francia dopo la riapertura del 1° settembre, hanno dovuto richiudere, per il ripresentarsi di contagi, 32 istituti scolastici con un totale di 532 classi; si tratta di una percentuale inferiore allo 0,1 %, che però non ha lasciato indifferente l’opinione pubblica. Le regole delle riaperture sono simili ma non uguali, nel difficile equilibrio fra prevenzione e normalità: in Francia e in Spagna mascherina obbligatoria per alunni e insegnanti in ogni circostanza. Nel Regno Unito invece il dispositivo sarà utilizzato dai sette anni in su ma con una gestione affidata alla singola scuola, tenendo conto della possibilità di applicare un corretto distanziamento. Si applicherà però la cosiddetta regola del sei; né dentro le scuole né nell’immediate vicinanze saranno tollerati raggruppamenti di più di sei persone.  In questo la gestione sarà simile a quella italiana, dove la mascherina sarà obbligatoria in entrata e in uscita, nei corridoi ma non in classe, qualora sia possibile mantenere la distanza, rispettando lo spazio individuale di due metri quadrati. Per evitare l’uso delle mascherine, in Danimarca le classi sono state divise invece in sottogruppi di massimo dodici allievi con banchi monoposto; un sistema già sperimentato prima dell’estate.

Naturalmente l’opinione pubblica non guarda con tranquillità agli sviluppi della situazione, perché l’evoluzione della pandemia è già piuttosto preoccupante in molti Paesi, e nonostante le precauzioni è probabile che la riapertura delle scuole incida sul numero dei contagi. La fine dell’estate ha coinciso con un andamento in crescita della pandemia in molti Stati europei. In Spagna si sono registrati in un solo giorno, il 10 settembre, 8866 nuovi contagi, che hanno portato i malati totali dall’inizio della pandemia a 566.326; lo stesso giorno la Francia, seconda in Europa e sesta nel mondo, ha registrato 8294 nuovi positivi che portano il totale di casi a 401.649. Migliore è la situazione nel Regno Unito con “soltanto” 2919 nuovi casi in 24 ore, e la Germania che ne registra 1892. Fra i Paesi europei più popolosi in questo momento la situazione migliore è quella italiana in un quadro continentale complessivo non rassicurante. I governi sono però concordi nel tentativo di riportare la scuola verso la normalità ed evitare un nuovo lockdown. Secondo le istituzioni sanitarie, questo scenario positivo dipende fortemente dall’attenzione e dal senso di responsabilità che sapranno dimostrare in queste difficili condizioni i nostri giovani impegnati nel rientro a scuola e i cittadini tutti.

 

Il quadro della pandemia in Europa e nel mondo:

https://www.ecdc.europa.eu/en/cases-2019-ncov-eueea

https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/bda7594740fd40299423467b48e9ecf6

Il rientro in classe in Francia e in Spagna:

https://www.education.gouv.fr/rentree-2020-modalites-pratiques-305467

https://www.orizzontescuola.it/madrid-rientro-a-scuola-scaglionato-tra-il-4-e-il-27-settembre/

Le misure di prevenzione previste nei diversi paesi europei:

https://tg24.sky.it/mondo/2020/08/31/riapertura-scuola-2020-europa#10

 

 Immagine: Bambini con mascherina tornano a scuola dopo il blocco per il Covid-19. Crediti: Halfpoint / Shutterstock.com

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0