/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Tema_libero/SSU_il_confine_pacifico
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Tema_libero/SSU_il_confine_pacifico
Tema libero

A GUARDIA DEL CONFINE «PIÙ PACIFICO DEL MONDO»

La militarizzazione del Friuli Venezia Giulia nel secondo dopoguerra

Appena un anno fa, la notte tra il 17 e il 18 marzo 2021, nell’area del poligono “Cellina-Meduna”, in provincia di Pordenone, un carrarmato sbagliava clamorosamente mira andando a colpire un allevamento di polli.
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/EspressionevsRepressione/SGSS_Anna_Gili_il_filosofo_governante.html
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/EspressionevsRepressione/SGSS_Anna_Gili_il_filosofo_governante.html
Espressionevsrepressione

Il filosofo-governante come maestro della pluralità Abū Naṣr al-Fārābī

un filosofo islamico a difesa della diversità di credo religioso

Secondo quanto esposto da Leo Strauss nella sua opera Philosophy and Law (1935), i filosofi del medioevo islamico sarebbero stati gli unici capaci di ridurre la religione a mero strumento dai fini sociali, necessario per la fondazione e il mantenimento di una comunità pacifica e ordinata, garantendo così la piena libertà del pensiero filosofico
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Riflesso/CSB_Lei_che_mi_guarda_lei_che_mi_racconta_seconda_parte.html
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Riflesso/CSB_Lei_che_mi_guarda_lei_che_mi_racconta_seconda_parte.html
Riflesso

Lei che mi guarda, lei che mi racconta

Divenire frantumaglia (seconda parte)

«Ah, Lenù, che ci succede a tutti quanti, siamo come i tubi quando l’acqua gela, che brutta cosa è la testa scontenta. Ti ricordi quello che facemmo con la mia foto da sposa? Voglio continuare per quella strada.
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Riflesso/CSB_Lei_che_mi_guarda_lei_che_mi_racconta_prima_parte.html
/magazine/chiasmo/storia_e_filosofia/Riflesso/CSB_Lei_che_mi_guarda_lei_che_mi_racconta_prima_parte.html
Riflesso

Lei che mi guarda, lei che mi racconta

Filosofia della narrazione da Adriana Cavarero a Elena Ferrante (prima parte)

«Io mi sono sentita inventata dai maschi, colonizzata dalla loro immaginazione»: è questa la formula con cui Elena Greco, scrittrice in procinto di diventare conosciuta anche oltralpe, esordisce tutte le sere durante le presentazioni della traduzione francese di un suo pamphlet dedicato alle rappresentazioni maschili delle donne nel corso della storia del pensiero