Lingua Italiana

Alessandro Aresti

Alessandro Aresti è ricercatore (RTD tip. B) di Linguistica italiana all’Università di Cagliari. Nel 2020 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a Professore Associato nel settore concorsuale 10/F3 (Linguistica e filologia italiana). È stato titolare di una Marie Curie Individual Fellowship all’Istituto Opera del Vocabolario Italiano (Consiglio Nazionale delle Ricerche, Firenze) nel periodo 2018-2020 e di una borsa Marie Curie Cofund all’Università di Liegi nel periodo 2015-2017. Dal 2014 collabora come docente di Lingua italiana all’Università del Dalarna (Svezia). È vicedirettore dell’annuario dedicato all’italiano contemporaneo «LId’O. Lingua italiana d’oggi». I suoi principali interessi di ricerca sono attualmente la lingua delle arti e degli artisti fra Medioevo e Rinascimento (è responsabile scientifico del progetto ItalArt – L’italiano delle arti fra Medioevo e Rinascimento: http://italart.ovi.cnr.it) e la lessicografia tre-quattrocentesca (è autore del “Tesoro dei Lessici degli Antichi Volgari Italiani”: www.tlavi.it). Fra le più recenti pubblicazioni si segnalano la monografia “Andrea Mantegna allo scrittoio. Un profilo linguistico” (Salerno Editrice, 2018) e la curatela “Lingua delle arti e lingua di artisti in Italia fra Medioevo e Rinascimento” (Cesati, 2019). Di prossima pubblicazione è il volume “Il glossario latino-bergamasco del ms. 534 della Biblioteca Universitaria di Padova. Nuova edizione con commento linguistico, note lessicali e indici delle voci”, per i tipi della casa editrice De Gruyter Mouton.

Pubblicazioni
/magazine/lingua_italiana/articoli/parole/Modi_di_dire37.html

Fare (il) piedino

Lingua italiana

Dopo mani pulite (Pierpaolo Lala), lavarsene le mani (Rosa Piro) e faccia di bronzo (Rocco Luigi Nichil) la nostra rubrica, dedicata questo mese alle locuzioni idiomatiche legate alle parti del corpo, continua con il seguente articolo di Alessandro Aresti dedicato al modo di dire fare (il) ...