Lingua Italiana

Giuseppe Polimeni

Giuseppe Polimeni insegna Linguistica italiana e Storia della lingua italiana presso l’Università degli Studi di Milano. Si è occupato di storia della formazione linguistica, rivolgendo particolare attenzione alle dinamiche di acquisizione dell’italiano tra Ottocento e Novecento. Al tema dell’educazione linguistica dopo l’Unità sono dedicati "La similitudine perfetta. La prosa di Manzoni nella scuola italiana dell’Ottocento" (FrancoAngeli, 2011), "Una di lingua, una di scuola. Imparare l’italiano dopo l’Unità. Testi autori documenti" (FrancoAngeli, 2012) e "Il troppo e il vano. Percorsi di formazione linguistica nel secondo Ottocento" (Cesati, 2014). Ha recentemente pubblicato il volume "Come fronda in ramo. Forme e modelli della varietà nell’Italia dei volgari" (Biblion, 2019). Con Silvia Morgana e Massimo Prada dirige la rivista “Italiano LinguaDue”: https://riviste.unimi.it/index.php/promoitals/index/

Pubblicazioni
/magazine/lingua_italiana/articoli/percorsi/percorsi_225.html

La scienza nelle lingue. Sul volume Il caos e l’ordine. Le lingue romanze nella storia della cultura europea di Lorenzo Tomasin

Lingua italiana

Tra tutte le famiglie linguistiche nessuna è più istruttiva di quella romanza, date le circostanze peculiari della sua trasmissione stratificata. Questa è la ragione per cui i tedeschi più di altri popoli hanno curato le scienze del linguaggio con particolare passione per l’ambito romanzo.  ...

/magazine/lingua_italiana/articoli/scritto_e_parlato/Polimeni.html

«Imporre una legge?»: quando lo Stato si occupa di lingua. A proposito del volume di Lucilla Pizzoli, La politica linguistica in Italia

Lingua italiana

Una guida necessaria alla libertà   Basterebbe una delle obiezioni che Alessandro Manzoni discute nella sua Relazione al Ministro della Pubblica Istruzione, Emilio Broglio, nel 1868, a darci un sicuro (tuttora valido) suggerimento su che cos’è, o dovrebbe essere, un vocabolario, ma ...

0