09 aprile 2017

In una grammatica scolastica ho trovato questa frase, mi sembra che qualche cosa non va come dovrebbe andare nella sintassi: “Mi ha dato un colpo sulla borsa, sul punto di esplodere tanto era imbottita di roba”.

Probabilmente crea qualche dubbio “sul punto di esplodere”. La proposizione principale “Mi ha dato un colpo sulla borsa” funziona evidentemente bene. La proposizione “tanto era imbottita di roba”, una subordinata di secondo grado - in quanto dipendente dalla prima subordinata “sul punto di esplodere” -, è una consecutiva, col verbo all'indicativo, di tono colloquiale, in cui “tanto” significa “per quanto”.

Veniamo a “sul punto di esplodere”. Sotto il profilo sintattico, sul punto di è legato a borsa. C'è un'ellissi verbale, perché la locuzione preposizionale sul punto di è parte di una perifrasi di valore imminenziale, essere sul punto di. Imminenziale, riferito a una perifrasi verbale, significa che questa fotografa il modo in cui l'azione verbale ha luogo, cogliendo il momento che immediatamente precede il suo avvio. Esistono altre perifrasi verbali con questo valore, come stare per, essere in procinto di, avviarsi a, accingersi a.

Proviamo quindi a rileggere, facendo riemergere il sottinteso, e tutto sarà più chiaro: “Mi ha dato un colpo sulla borsa, che era [questi gli elementi sottintesi di una proposizione relativa] sul punto di esplodere ecc.”

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0