23 luglio 2018

Leggendo vari articoli in Internet: nomi geografici composti: a esempio Serravalle pistoiese o Serravalle Pistoiese? Sesto fiorentino o Sesto Fiorentino? Secondo me ok Serravalle pistoiese, Sesto fiorentino, ecc. Se accetto tale impostazione come ci dobbiamo comportare se la seconda parola è un nome proprio: può trasformarsi in aggettivo o è meglio lasciarla maiuscola? Esempio: Campi Bisenzio o Campi Bisenzio, Bassa toscana o Bassa Toscana?

Non deve stupire che ci sia disparità nel trattamento e nell’uso concreto per quanto riguarda la grafia di questi lessemi complessi toponomastici, di questi nomi di luogo, cioè, composti di due elementi, N + A o N + N.

Non deve stupire perché, in realtà, gli obblighi, di ordine sintattico o grammaticale, in fatto di maiuscola all’inizio di una parola, sono pochi, mentre vige una notevole discrezionalità in molti altri casi.

Peraltro, poiché uno dei precetti riguarda proprio i nomi geografici, il nostro consiglio, per non sbagliare, è di mettere la maiuscola sempre, sia per il primo sia per il secondo componente. Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Serravalle Scrivia, Serravalle Pistoiese, ecc.

Certo, quando il primo o il secondo elemento sono un aggettivo, non ci pare condannabile l’adozione della minuscola. Pertanto, pur consigliando di “maiuscolizzare” primo e secondo elemento, a prescindere dalla categoria grammaticale d’appartenenza, invitiamo comunque a essere tolleranti nel caso suddetto.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0