09 dicembre 2018

Avendo letto su una pagina la frase "mia sorella è la “più eletta” al rinnovo del consiglio di istituto", mi sono trovato un po' in difficoltà, pensando che si potesse usare l'espressione “la più votata”, ma non “la più eletta”. Se cortesemente potete chiarirmi questa indecisione.

No, non va bene la più eletta, anche se si capisce il meccanismo logico di scambio che sottostà a questa forma di superlativo relativo: mia sorella è la più votata > la (persona) eletta con il maggior numero di voti > la più eletta. Capiamo, ma non giustifichiamo e, soprattutto, non confermiamo la validità di tale forma.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0