06 maggio 2019

Desidererei sapere se di meraviglioso esiste la forma più meraviglioso.

Se pensiamo alle accezioni fondamentali di meraviglioso, vale a dire (con riferimento a persone) ‘che desta meraviglia per la sua bellezza, le sue qualità, ecc.; magnifico’ e ‘degno di lode ammirevole per le sue doti o qualità morali’, oppure (con riferimento a sentimenti, emozioni) ‘molto intenso e soddisfacente’, siamo portati a pensare che un aggettivo di grado positivo così carico di un valore superlativo non possa tollerare graduazioni grammaticali ascendenti (comparative o superlative). Ma, come nel caso di altri “superlativi latenti”, la natura elativa, in testi informali e contesti rilassati, può facilmente non essere percepita; addirittura, il tono scherzoso o enfatico, nel parlato come nella narrativa che voglia echeggiare le disinvolture dell’oralità, può legittimamente darsi l’autorizzazione a procedere: pertanto un genialissimo, un più intimo o un più meraviglioso o fantastico che ci sia hanno diritto di cittadinanza nella nostra lingua.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0