15 ottobre 2020

Volevo chiederle se potrebbe darmi una risposta in merito alla correttezza o meno delle seguenti frasi: "Volevo sapere quanto tempo dovesse intercorrere tra un evento e l'altro?" / "Volevo sapere quanto tempo dovrebbe intercorrere tra un evento e l'altro" "Sapevo che fosse sbagliato" / "Sapevo che era sbagliato" Inoltre volevo chiederle se la frase "Ha detto che non ti conosceva" è una frase scorretta per esprimere una "situazione che esisteva in passato e che continua a persistere tuttora".

Prima frase. La meccanica della consecutio temporum suggerisce che se i piani temporali della principale (volevo sapere) e della dipendente (interrogativa indiretta) sono identici (passato), dovesse è la soluzione corretta; come, peraltro, è corretto l’indicativo imperfetto (doveva) – quest’ultima è semplicemente una soluzione stilistica meno formale. Se invece quel volevo non è collocato nel passato, ma è una semplice modalità della cortesia, più rilassata – ma sostanzialmente equivalente –, di vorrei (oggi, qui, ora), posso usare nell’interrogativa indiretta – con varie sfumature stilistiche o di cortesia – deve, deva (o debba), dovrebbe.

 

Seconda frase. Sapevo che era sbagliato, senza se e senza ma.

 

Terza frase. Se si sente bisogno di disambiguare la relazione temporale, mettendo in luce la durata nel presente, basta scrivere Ha detto che non ti conosce.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0