16 giugno 2021

Siete denominati "Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani" ma in una Vostra definizione di sostantivo scrivete "SE'" stesso. Trattasi forse di ipotesi conflittuali tra definizioni e grammatica? Cit.: "regola: il pronome sé si accenta sempre quando è isolato per distinguerlo da se congiunzione, invece non si accenta davanti a stesso e stessa, medesimo e medesima perché qui è chiaro che è un pronome".

Ipotesi conflittuali, però, che non esistono nella realtà, va detto al nostro gentile lettore o nostra gentile lettrice. Basti dare un’occhiata a quanto scriviamo a proposito di se stesso/sé stesso nel Prontuario della Grammatica italiana.

 

Oppure a quanto c’è scritto alla voce nel Vocabolario Treccani.it: «Assai spesso, come compl.[emento] oggetto ma anche con i complementi già veduti, è rafforzato da stesso o da medesimo: credendo d’ingannare gli altri inganna sé stesso; non se la deve prendere con me ma con sé stessa; E ’l fiorentino spirito bizzarro In sé medesmo si volvea co’ denti (Dante); in questi casi il pron.[ome] è scritto spesso, ma senza valide ragioni che lo giustifichino, senza accento: se stesso, se medesimo (in ogni altro caso la grafia senz’accento è antiquata)».

 

Se poi il conflitto ha da essere tra quanto scriviamo noi e quanto si trova scritto da qualche altra parte, perdipiù senza una fonte precisamente citata, che dire: che conflitto sia!


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0