21 ottobre 2010

Nel diffidare una persona o un ente affinché non proceda oltre, è giusto dire «diffido codesto ente a non procedere oltre», oppure «diffido codesto ente a procedere oltre»?

Nella forma transitiva, il verbo diffidare significa, come recita il Vocabolario Treccani.it: « Invitare qualcuno ad astenersi da un determinato comportamento o a compiere una determinata attività, sia oralmente, sia, in senso proprio, mediante esplicita diffida scritta». Gli esempi prodotti dal Vocabolario danno conto della possibilità di utilizzare due reggenze differenti: «vi diffidiamo dal mettere (oppure, con altra costruzione, a non mettere) in vendita i vostri prodotti in confezioni uguali alle nostre » .
 
Dunque, scriveremo «diffido codesto ente a non procedere oltre» oppure «diffido codesto ente dal procedere oltre».

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0