19 febbraio 2013

Mi confondo sempre quando devo usare “più di” e “più che”. Questa frase è corretta? “I libri si interessano più ai viaggiatori inglesi che ai viaggiatori italiani”.

La frase va bene, nonostante desti qualche curiosità la personificazione dei libri, che, come se fossero persone, si interessano a qualcosa. Ciò detto, più che in questo caso introduce la comparazione di maggioranza tra le gradazioni differenti di qualità - espresse dai due aggettivi inglesi e italiani - del sostantivo di riferimento (i viaggiatori); un altro possibile esempio: più che rosso granata mi sembra rosso amaranto. In questi casi, il valore di più che è simile a quello di piuttosto che.

 

Inoltre, più che (e non più di) si usa come locuzione congiuntiva che precede una proposizione comparativa implicita: più che nuotare in piscina, preferisco nuotare al mare.

 

Useremo più di nel caso di comparazioni rispetto non a gradi differenti di qualità, ma di quantità di un unico elemento. Per esempio: ora fa più freddo di stanotte; oggi sei più bella di ieri; abbiamo studiato più dell'altra volta.

 

 


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata