13 aprile 2015

“Non riuscivo a liberarmi della sua mano”. È più corretto scrivere “della sua mano” o “dalla sua mano”?

Il verbo liberare, nella diatesi riflessiva liberarsi, vale ‘rendersi libero da qualche cosa o da qualcuno’ e, in senso figurato, ‘affrancarsi’. Ha una doppia reggenza preposizionale: di e da. Poiché liberarsi può significare anche, con una sfumatura negativa più accentuata, ‘disfarsi’ e, in questa accezione, regge la preposizione di, si potrebbe scegliere di rinunciare a di per preferire da nel caso di liberarsi ‘rendersi libero da’, al fine di non creare confusione. Ma va detto che soltanto in una situazione estrema sarebbe possibile pensare che chi “non riusciva a liberarsi della sua mano” faticasse a trovare un luogo dove gettare via una mano precedentemente staccata da un corpo.

 

 

Insomma, di e da vanno entrambi bene.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0