/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_907.html
Lessico

Durante la stesura di un articolo, procedeva contestualmente ad eseguire un controllo ortografico e grammaticale sul contenuto del medesimo, e si avvedeva che la parola QUARANTENALE, che stava utilizzando per esprimere in sintesi la durata del termine di quaranta giorni, a seguito accurate verifiche, non era rinvenibile nel Vs. sito web, e tantomeno nei maggiori dizionari italiani, oltre a non essere rintracciabile in nessun altro luogo tramite l’ausilio dei motori di ricerca internet, quindi da ritenersi mai utilizzata in alcun scritto. Si ritiene che tale vocabolo possa essere correntemente utilizzato nel lessico della lingua italiana per descrivere un lasso temporale di quaranta giorni, al pari di come già avviene per l’esistente aggettivo QUINDICINALE, ascrivibile alle pubblicazioni dei periodici ogni quindici giorni. Alla luce di quanto ut supra recato, lo scrivente è a richiedere cortesemente, a Codesto Istituto, conferma ufficiale a quanto segue:- se il termine “QUARANTENALE” sia, alla data odierna, da considerarsi innovativo e mai utilizzato;- se all’aggettivo “QUARANTENALE” possa attribuirsi il significato “della durata di quaranta giorni”;- se l’accezione “QUARANTENALE” possa essere utilizzata nella forma composta (es. ultraquarantenale, endoquarantenale, ecc.);-se il vocabolo “QUARANTENALE” possa essere annoverato come nuovo per la lingua italiana, e ricompreso nei dizionari e nel linguaggio corrente.

Nulla osterebbe, apparentemente, all’uso dell’aggettivo quarantenale ‘della durata di quaranta giorni’ se tale uso fosse confermato dalla storia della lingua italiana e dei ...
0